fecondazione

s.f. (biol.) l'unione dei gameti maschile e femminile che dà luogo a un'unica cellula chiamata zigote ; è il fenomeno fondamentale della riproduzione degli esseri umani, degli animali e dei vegetali | fecondazione artificiale , pratica consistente nell'introdurre artificialmente il seme maschile nelle vie genitali femminili.

gallatura

s.f. fecondazione dell'uovo da parte del gallo. 

leggi

cleistogamia

s.f. (bot.) fecondazione autogama che si verifica in quei fiori che sono privi di apertura. 

leggi

anisogamia

s.f. (biol.) (1) differenza morfologica tra gameti maschili e femminili (2) processo di fecondazione tra cellule germinali diverse. 

leggi

biovulare

agg. (biol.) derivante dalla fecondazione di due uova distinte da parte di due distinti spermatozoi: gemelli biovulari.  

leggi

allogamia

s.f. (bot.) fecondazione fra gamete maschile e gamete femminile provenienti da fiori distinti della stessa specie. 

leggi

bicoriale

agg. (biol.) si dice di gemelli originati dalla fecondazione contemporanea di due ovuli e quindi sviluppatisi separatamente. 

leggi

anfigonia

s.f. (biol.) il tipo di riproduzione sessuale più frequente, in cui si ha fecondazione del gamete femminile da parte del gamete maschile. 

leggi

incappucciamento

s.m.  (1) (non com.) l'incappucciare, l'incappucciarsi, l'essere incappucciato (2) (agr.) copertura con sacchetti di carta delle infiorescenze di alcune piante perché non avvenga la fecondazione con polline estraneo. 

leggi

impollinare

v. tr. [io impòllino ecc.] depositare sullo stigma di un fiore il polline che, penetrando nell'ovario, produce la fecondazione degli ovuli: i fiori sono impollinati dalle api.  

leggi

dizigotico

agg. [pl. m. -ci] (biol.) biovulare; gemelli dizigotici , derivati dalla fecondazione di due uova distinte da parte di due distinti spermatozoi; si oppone a monozigotico.  

leggi

ginogenesi

s.f. (biol.) modo di riproduzione, intermedio tra la fecondazione e la partenogenesi, in cui lo spermio svolge solo la funzione di attivare il processo di sviluppo dell'uovo. 

leggi

fecondabile

agg. che può essere fecondato. 

leggi

fecondabilità

s.f. l'essere fecondabile. 

leggi

fecondare

v. tr. [io fecóndo ecc.] (1) (biol.) determinare, produrre una fecondazione: il polline feconda i fiori ; un uovo fecondato  (2) (estens.) rendere fertile, produttivo (anche fig.): le piogge fecondano i campi ; una lettura , una riflessione che feconda la mente.  

leggi

fecondativo

agg. (biol.) di fecondazione; atto a fecondare. 

leggi

fecondatore

agg. [f. -trice] che feconda, che ha la virtù di fecondare (anche fig.): elemento fecondatore ; la funzione fecondatrice del polline ; idee fecondatrici.  

leggi

fecondità

s.f.  (1) l'essere fecondo, prolifico: la fecondità dei conigli è proverbiale  (2) fertilità, produttività (anche fig.): la fecondità del terreno ; la fecondità di un ingegno  (3) (dir.) utilità: beni a fecondità semplice , consumabili con un solo uso; beni di fecondità ripetute , che non si consumano con l'uso; beni strumentali. 

leggi

fecondo

agg.  (1) atto a procreare; prolifico, fertile: donna in età feconda ; nozze feconde , matrimonio fecondo , da cui sono nati figli; giorni fecondi , il periodo dell'ovulazione, durante il quale è possibile il concepimento (2) produttivo, fruttifero (anche fig.): terreno fecondo ; mente feconda  (3) che rende produttivo, che feconda § fecondamente avv. (lett.) con fecondità | (fig.) copiosamente. 

leggi

Sitemap