fegato

s.m.

1.  (anat.) grossa ghiandola multilobata annessa al tubo digerente e situata nella parte superiore destra della cavità addominale dei vertebrati; di colore rosso bruno, aspetto granuloso e consistenza molle, svolge importanti funzioni per l'organismo, tra cui la secrezione della bile, l'inattivazione dei prodotti tossici e l'elaborazione dei materiali nutritivi provenienti dall'intestino: fegato ingrossato , malato ; soffrire di fegato ; mangiarsi , rodersi il fegato , (fig.) consumarsi per la rabbia; farsi venire il mal di fegato , (fig.) prendersela eccessivamente | il fegato degli animali come vivanda: fegato di maiale , di vitello , d'oca ; fegato ai ferri , alla veneziana | olio di fegato di merluzzo , olio medicinale ricco di vitamine

2.  (fig.) audacia, ardimento, coraggio: avere del fegato ; ci vuole un bel fegato! ; un uomo di fegato , coraggioso

3.  (chim.) nome di talune miscele di composti di colore bruno-rossiccio: fegato di zolfo , miscela di polisolfuri impiegata nel trattamento di alcune malattie della pelle.

fegatoso

agg. (rar.) del colore bruno-rossiccio del fegato agg. e s.m. [f. -a] (1) che, chi soffre di mal di fegato (2) (fig.) si dice di chi si arrabbia facilmente; irascibile, bilioso (3) (fig.) che, chi ha coraggio; audace § fegatosamente avv. (non com.) in modo iroso, bilioso. 

leggi

epatico

agg. [pl. m. -ci] di, del fegato; che riguarda il fegato: estratto epatico ; dotto epatico ; insufficienza , cirrosi epatica s.m.  (1) [f. -a] chi soffre di mal di fegato (2) (chim.) fegato di zolfo. 

leggi

fegatino

s.m. (gastr.) fegato di pollo o di piccione. 

leggi

epatosi

s.f. (med.) ogni alterazione degenerativa del fegato non accompagnata da processo infiammatorio. 

leggi

epatobiliare

agg. (med.) che si riferisce al fegato e alle vie biliari: infezione epatobiliare.  

leggi

corata

s.f.  (1) cuore, polmoni, fegato e milza di animali macellati (2) (ant.) visceri umani (3) (lett.) cuore. 

leggi

eparina

s.f. (chim. biol.) sostanza fisiologica anticoagulante, di natura polisaccaride, che si estrae dal fegato e dai polmoni. 

leggi

glicogeno

s.m. (chim. biol.) polisaccaride che si forma dal glucosio e si accumula nel fegato e nei muscoli come materiale energetico di riserva. 

leggi

ingrossamento

s.m.  (1) l'ingrossare, l'ingrossarsi, l'essere ingrossato: l'ingrossamento di un fiume , del fegato  (2) la parte ingrossata; rigonfiamento: il tubo presenta un ingrossamento.  

leggi

epatoscopia

s.f. nelle antiche religioni della grecia, di roma e dell'oriente, osservazione del fegato delle vittime sacrificate per ricavarne responsi e predizioni. 

leggi

fegatello

s.m. (gastr.) pezzetto di fegato di maiale, avvolto nella sua stessa rete e cucinato in padella o allo spiedo. 

leggi

colagogo

agg. e s.m. [pl. m. -ghi] (med.) si dice di farmaco che stimola il passaggio della bile dal fegato e dalla colecisti all'intestino. 

leggi

echinococcosi

s.f. (med.) malattia causata dalle larve di echinococco che, insediandosi nel fegato o in altri organi di alcuni mammiferi, compreso l'uomo, provocano la formazione di grosse cisti. 

leggi

fegataccio

s.m. uomo coraggioso, capace di qualunque audacia. 

leggi

fegatella

s.f. piccola pianta con tallo laminare di colore bruno-rossiccio (cl. epatiche). 

leggi

Sitemap