fello

agg. (ant.) fellone: nessun di voi sia fello! (dante inf. xxi, 72).

fellaga

o fellagha , s.m. invar. (st.) guerrigliero tunisino o algerino inquadrato nelle bande armate che lottavano contro l'occupazione coloniale francese. 

leggi

fellah

s.m. invar. contadino egiziano di bassa condizione. 

leggi

fellandrio

s.m. pianta erbacea con fiori bianchi in ombrelle e frutti oblunghi da cui si estrae un olio che ha proprietà espettoranti; è detto anche finocchio acquatico (fam. ombrellifere). 

leggi

fellatio

s.f. invar. coito orale. 

leggi

felle

vedi fiele

leggi

fellema

s.m. [pl. -mi] (bot.) sughero. 

leggi

felloderma

s.m. [pl. -mi] (bot.) tessuto parenchimatico generato dal fellogeno al di sotto della corteccia primaria. 

leggi

fellogeno

s.m. (bot.) tessuto che ricopre il fusto di certe piante legnose producendo il sughero all'esterno e il felloderma all'interno. 

leggi

fellone

agg. e s.m. [f. -a] (ant. , lett.) (1) che, chi manca alla parola data; traditore, sleale | (estens.) perfido, scellerato (2) adirato, rabbioso, furioso (3) crudele; spietato § fellonemente avv.  

leggi

fellonesco

agg. [pl. m. -schi] (lett.) di, da fellone: composto il viso a un atto di serietà ancor più bieco e fellonesco (manzoni p. s. xxxiv) § fellonescamente avv.  

leggi

Sitemap