fermo

agg.

1.  che non si muove, immobile: stare , rimanere fermo ; il treno è fermo in stazione ; l'orologio è fermo , non funziona | tenere fermo , immobilizzare; (fig.) confermare la propria decisione, non cedere | mano ferma , che non trema, (fig.) energica | acqua ferma , stagnante | mercato fermo , in stagnazione, senza incremento | situazione ferma , inalterata, che non presenta elementi di novità o di progresso | mente ferma , lucida | fermi tutti! , fermo là! , comando che intima di non muoversi o di interrompere quello che si sta facendo | tirare a fermo , nel linguaggio venatorio, sparare alla selvaggina che non si muove | canto fermo , (mus.) locuzione con cui si definisce il canto gregoriano, riferendosi al suo carattere solenne

2.  (fig.) perseverante in un proposito, costante, tenace, saldo, irremovibile: essere fermo in un rifiuto , nelle proprie idee ; avere animo fermo

3.  (fig.) risoluto, deciso: voce ferma

4.  (fig.) sicuro, decretato, stabilito: egli è ben fermo il tuo destino (petrarca canz. ccclxii, 12) | restar fermo , continuare a essere valido; fermo restando che , stabilito che | per fermo , per certo, con assoluta certezza: costei per fermo nacque in paradiso! (petrarca canz. cxxvi, 55) s.m.

5.  oggetto o dispositivo per fermare, trattenere qualcosa: mettere il fermo a una porta ; il fermo automatico della lavatrice

6.  (banc.) sospensione della validità di un titolo di credito: mettere il fermo su un assegno | a fermo , nel linguaggio di borsa, a termine fisso: vendere a fermo

7.  (dir.) misura restrittiva della libertà personale, adottata provvisoriamente dalla polizia nei confronti di persone che siano sospettate di aver commesso un grave reato (fermo di polizia) o con carattere preventivo (fermo di sicurezza): trattenere in stato di fermo ; tramutare il fermo in arresto ; convalidare un fermo

8.  nel gioco delle bocce, tiro nel quale la boccia lanciata si ferma al posto di quella colpita, che viene scaraventata lontano § fermamente avv.

9.  in modo fermo (spec. fig.): essere fermamente deciso

10.  (ant.) di sicuro, senza dubbio: l'ora, che lo suo dolcissimo salutare mi giunse, era fermamente nona di quel giorno (dante vita nuova).

fermare

v. tr. [io férmo ecc.] (1) interrompere, arrestare qualcuno o qualcosa in movimento: fermare qualcuno che corre ; fermare una palla che rotola ; fermare il motore , il traffico ; fermare l'attenzione , il pensiero , concentrarli su qualcosa; fermare il piede , (lett.) fermarsi | interrompere, sospendere un'attività, lo svolgimento di qualcosa: fermare il lavoro , il gioco ; un processo (fisico , psicologico ecc.) che non si può fermare  (2) assicurare, fissare qualcosa che si muove...

leggi

ferma

s.f.  (1) il periodo di tempo trascorso sotto le armi in ottemperanza all'obbligo di leva (2) nella caccia, la caratteristica posizione immobile del cane che si arresta quando giunge a breve distanza dalla preda: cani da ferma , quelli appositamente addestrati a segnalare in tal modo la presenza di selvaggina (3) forma di riscossione di imposte e tasse affidata a privati con obbligo di rendiconto allo stato, in uso fino al sec. xviii. 

leggi

fermacalzoni

s.m. grossa molletta usata da chi va in bicicletta per stringere alla caviglia la gamba dei calzoni, ed evitare così che si impiglino o si sporchino. 

leggi

fermacampione

o fermacampioni , s.m. [pl. invar.] fermaglio metallico a farfalla per tenere chiuse le buste a sacchetto in modo che restino apribili per l'ispezione postale. 

leggi

fermacapelli

s.m. invar. fermaglio per capelli. 

leggi

fermacarro

s.m. [pl. invar. o - ri] nelle stazioni ferroviarie e negli scali di smistamento, dispositivo di arresto con respingenti situato al termine di un binario. 

leggi

fermacarte

s.m. invar. oggetto di un certo peso che si appoggia sui fogli sciolti per tenerli in ordine. 

leggi

fermacravatta

o fermacravatte , s.m. [pl. invar. o -te] molletta o spilla per fissare la cravatta alla camicia e mantenerla tesa. 

leggi

fermadeviatoio

s.m. fermascambi. 

leggi

fermaglio

s.m. congegno in forma di fibbia, spilla, gancio e sim., che serve a tenere uniti oggetti diversi, parti staccate dello stesso oggetto, ciocche di capelli e sim. | gioiello che si appunta sulle vesti per ornamento. dim. fermaglietto , fermaglino.  

leggi

fermanello

s.m. [pl. invar. o -li] anello sottile, che si tiene infilato al dito per assicurare un altro anello più prezioso. 

leggi

Sitemap