fervere

v. intr. [pres. io fèrvo ecc. ; pass. rem. io fervéi o fervètti ecc. ; mancano il part. pass. e i tempi composti]

1.  (lett.) essere caldo, rovente; ardere intensamente: si stanno ruminando manse / le capre... / tacite a l'ombra, mentre che 'l sol ferve (dante purg. xxvii, 76-79)

2.  (lett.) detto di liquido, essere in ebollizione, ribollire: il vino ferve nei tini | detto del mare, agitarsi fortemente

3.  (fig.) essere nel pieno dell'ardore, dell'attività: ferve la battaglia ; i preparativi fervono.

fervente

part. pres. di fervere agg.  (1) (lett.) cocente, scottante: quando il sol gli aridi campi fiede / con raggi assai ferventi (tasso g. l. iii, 3) (2) (fig.) ardente, intenso; appassionato: fede , preghiera fervente ; un fervente patriota § ferventemente avv.  

leggi

fervenza

s.f. (rar.) l'esser fervente; fervore. 

leggi

fervidezza

s.f. (lett.) l'essere fervido; fervore: fervidezza d'idee , di affetti.  

leggi

fervidità

s.f. fervore, fervidezza. 

leggi

fervido

agg.  (1) (lett.) bollente, cocente (2) (fig.) pieno di fervore, di sentita partecipazione: fervidi auguri ; una preghiera fervida | vivace, attivo, creativo: una fervida immaginazione § fervidamente avv.  

leggi

fervore

s.m.  (1) ardore, intensità di un sentimento: fervore di passione , di carità ; pregare con fervore  (2) momento di grande intensità, di viva partecipazione: il fervore della lotta ; nel fervore della discussione  (3) (lett.) calore. 

leggi

fervorino

s.m.  (1) breve discorso per infervorare, esortare o ammonire (2) nel linguaggio del teatro, discorsetto introduttivo che uno degli attori rivolge al pubblico prima della rappresentazione. 

leggi

fervoroso

agg. pieno di fervore; molto fervido § fervorosamente avv.  

leggi

Sitemap