fianco

s.m. [pl. -chi]

1.  la parte laterale del corpo compresa tra le costole e l'anca: fianco destro , sinistro | stare al fianco di qualcuno , (fig.) assisterlo, aiutarlo | offrire , prestare il fianco , (fig.) esporsi come facile bersaglio | avere buoni fianchi , (fig.) capacità di resistenza | lavorare ai fianchi l'avversario , nel pugilato, colpirlo ripetutamente ai fianchi per indebolirne la resistenza | fianco destro! , fianco sinistro! , comandi militari o ginnici per fare voltare le squadre in marcia | fianco a fianco , (fig.) molto vicino, in contatto: lavorare fianco a fianco

2.  parte laterale di qualcosa; lato: il fianco destro della casa | di fianco , lateralmente; prendere un argomento di fianco , non direttamente.

fianconata

s.f. nella scherma, stoccata al fianco dell'avversario. 

leggi

affiancare

v. tr. [io affianco , tu affianchi ecc.] (1) disporre fianco a fianco, mettere accanto; avvicinare: affiancare un reparto militare a un altro  (2) (fig.) aiutare, fiancheggiare: era affiancato da validi collaboratori | affiancarsi v. rifl. mettersi a fianco di qualcuno o qualcosa (anche fig.) | v. rifl. porsi a fianco l'uno dell'altro; (fig.) sostenersi a vicenda. 

leggi

babordo

s.m. il fianco sinistro della nave dando le spalle alla poppa. 

leggi

aggiramento

s.m.  (1) l'aggirare, l'essere aggirato (2) (mil.) manovra che mira ad attaccare il nemico di fianco o alle spalle. 

leggi

canalone

s.m.  (1) accr. di canale  (2) ampio solco di origine erosiva sul fianco di una montagna o tra due pareti rocciose. 

leggi

armacollo

solo nella loc. avv. ad armacollo , modo di portare un'arma attaccata a una cinghia che scende da una spalla, attraversando il petto, al fianco opposto. 

leggi

arrembare

v. tr. [io arrèmbo ecc.] (rar.) piegare su un fianco | v. intr. [aus. essere], arrembarsi v. rifl.  (1) (vet.) detto del cavallo, presentare arrembatura (2) (fig.) camminare con fatica, arrancare. 

leggi

fiancare

v. tr. [io fianco , tu fianchi ecc.] (rar.) (1) rinforzare i fianchi di archi, volte e sim. (2) colpire nel fianco. 

leggi

fiancale

s.m. ciascuna delle parti di un'armatura che proteggono i fianchi. 

leggi

fiancata

s.f.  (1) parte, parete laterale: le fiancate della nave , di un edificio ; la fiancata di un monte  (2) (mar.) bordata d'artiglieria sparata da tutte le bocche da fuoco disposte sul fianco della nave (3) urto col fianco (4) colpo di sprone nel fianco del cavallo | (fig. rar.) motto pungente. 

leggi

fiancheggiamento

s.m. il fiancheggiare, l'essere fiancheggiato. 

leggi

fiancheggiare

v. tr. [io fianchéggio ecc.] (1) stare a fianco o ai fianchi di qualcuno o di qualcosa: un viale fiancheggiato dagli alberi ; i poliziotti fiancheggiavano il corteo dei dimostranti  (2) (fig.) sostenere, favorire, aiutare: fiancheggiare qualcuno in una discussione  (3) (mil.) proteggere i fianchi di un reparto in movimento. 

leggi

fiancheggiatore

agg. e s.m. [f. -trice] che, chi fiancheggia, aiuta, favorisce: i fiancheggiatori del governo.  

leggi

fianchetto

s.m. nel gioco degli scacchi, mossa di apertura con la quale il giocatore fa avanzare di una casa il pedone che precede il cavallo, e occupa il posto libero con l'alfiere corrispondente. 

leggi

fiancuto

agg. (lett.) che ha fianchi robusti, sviluppati: una cuoca popputa e fiancuta (soffici). 

leggi

Sitemap