fiasco

s.m. [pl. -schi]

1.  recipiente di vetro rivestito di paglia o di plastica, panciuto in basso e sottile al collo: il chianti si vende in fiaschi | (estens.) il liquido che esso contiene: bere un fiasco di vino. dim. fiaschetto , fiaschettino accr. fiascone

2.  (fig.) esito negativo, insuccesso: lo spettacolo , il romanzo è stato un fiasco ; fare fiasco , non riuscire, fallire in qualcosa.

portafiasco

s.m. [pl. -schi] sorta di cestello che si usa per tenere un fiasco in tavola. 

leggi

pirenomiceti

s.m. pl. (bot.) gruppo di funghi superiori caratterizzati da un corpo fruttifero a forma di fiasco | sing. [-e] ogni fungo di tale gruppo. 

leggi

pendolino

s.m. piccolo uccello delle zone umide che ha il capo biancastro con fascia frontale nera; costruisce un caratteristico nido a forma di fiasco pendente dai rami degli alberi (ord. passeriformi). 

leggi

panciuto

agg.  (1) (fam.) che ha una grossa pancia: un signore panciuto  (2) (estens.) si dice di oggetto tondeggiante o che presenta un rigonfiamento nella parte centrale: un fiasco , un vaso panciuto.  

leggi

fiasca

s.f.  (1) fiasco schiacciato che si usa come borraccia: fiasca di vetro , di cuoio. dim. fiaschetta , fiaschettina  (2) (tosc.) piccola damigiana priva di manici. 

leggi

fiascaio

s.m. [f. -a] (1) chi vende i fiaschi o li riveste di paglia (2) nelle vetrerie, operaio addetto alla soffiatura dei fiaschi. 

leggi

fiascheria

s.f. fabbrica, deposito, negozio di fiaschi. 

leggi

fiaschetta

s.f.  (1) dim. di fiasca  (2) recipiente di cuoio o corno cavo di animale, usato un tempo per tenervi la polvere da sparo. 

leggi

fiaschetteria

s.f. negozio per la mescita e la vendita di vino al minuto. 

leggi

fiaschettone

s.m. (zool.) pendolino. 

leggi

Sitemap