fila

s.f.

1.  serie di persone o cose allineate una accanto all'altra o una dietro l'altra: una fila di scolari , di soldati , di alberi , di case ; stare , mettere , procedere in fila ; fare la fila , disporsi uno dietro l'altro aspettando il proprio turno | fila indiana , fila di persone per uno: marciare in fila indiana | essere in prima fila , nell'allineamento che sta davanti a tutti gli altri; (fig.) essere maggiormente esposto | sedere in prima fila , nei teatri, nei cinema ecc., in un posto della prima fila | per fila destr! , per fila sinistr! , ordine impartito a una fila di soldati in marcia per farla svoltare a destra o a sinistra | abbandonare , disertare le file , disertare dall'esercito; (fig.) tradire, abbandonare una causa | serrare , stringere le file , accorciare la distanza tra un individuo e l'altro; (fig.) unirsi nello sforzo di un'azione comune

2.  pl. (estens.) insieme di persone che, per l'appartenenza a una stessa categoria, movimento, associazione e sim., sono considerate come un gruppo allineato e compatto: militare nelle file di un'associazione ; andare a ingrossare le file dei disoccupati

3.  (fig.) serie, successione ininterrotta: una fila di bugie ' di fila , di seguito, senza interruzione | fuoco di fila , continuo, ininterrotto (anche fig.): un fuoco di fila di domande , una serie incalzante di domande.

filare

v. tr.  (1) ridurre in filo continuo e uniforme le fibre tessili: filare a mano , a macchina ; filare grosso , fino , a seconda dello spessore del filo | al tempo che berta filava , espressione proverbiale che indica un'epoca, un modo di vivere ormai remoti | filare il perfetto amore , amarsi in perfetto accordo (2) ridurre in filo un materiale solido dopo averlo ammorbidito, gener. col calore: filare il vetro , lo zucchero  (3) (estens.) versare lentamente, colare: la ferita...

leggi

filo

s.m. [pl. m. fili ; il pl. f. fila è usato solo in talune locuzioni, in cui ha per lo più valore collettivo] (1) il prodotto della filatura di una fibra tessile, naturale, artificiale o sintetica, che serve per tessere, cucire, ricamare ecc.: filo di seta , di cotone , di nailon ; una matassa , un gomitolo di filo ; filo semplice , doppio , ritorto | filo di scozia , filo di cotone lucido impiegato in articoli di maglieria | filo chirurgico , catgut | essere legati ,...

leggi

filabile

agg. che si può filare. 

leggi

filaccia

s.f. [pl. -ce] filo derivante dalla sfilatura di un tessuto consunto | filaccia di lino , usata un tempo per le medicazioni. 

leggi

filaccica

s.f. (non com.) filaccia. 

leggi

filaccicoso

agg. (non com.) (1) che si sfilaccia: stoffa filaccicosa  (2) filamentoso. 

leggi

filaccio

s.m. (mar.) filo di vecchio cavo disfatto. 

leggi

filacciolo

s.m. lenza di filo robusto di canapa che termina con un grosso amo, usata soprattutto per la pesca delle cernie. 

leggi

filaccioso

agg. (non com.) filaccicoso. 

leggi

filamento

s.m. [pl. i filamenti ; lett. le filamenta] (1) (biol.) corpo o elemento di struttura allungata, sottile: filamenti cellulari , nervosi | (estens.) filo di sostanza viscosa (2) (bot.) parte inferiore dello stame che sostiene l'antera (3) (elettr.) nella lampadina, conduttore filiforme che diventa incandescente al passaggio della corrente; nei tubi elettronici, il catodo (4) (astr.) ciascuna delle linee nere che appaiono sul disco solare. 

leggi

Sitemap