imbarcatore

s.m. [f. -trice] chi imbarca (anche fig.).

imbarcadero

o embarcadero, s.m. (mar.) molo, banchina, pontile a cui s'accostano le navi per l'imbarco e lo sbarco di passeggeri e merci. 

leggi

imbarcamento

s.m.  (1) il deformarsi, l'incurvarsi delle tavole di legno (2) il piegarsi lateralmente di una trave sotto carico (3) (non com.) imbarco. 

leggi

imbarcare

v. tr. [io imbarco , tu imbarchi ecc.] (1) far salire passeggeri o merci su una nave, su un'imbarcazione e, per estens., anche su altri mezzi di trasporto: imbarcare le truppe , le merci ;imbarcare i viaggiatori sull'areo | imbarcare acqua , si dice di natante in cui penetri acqua a bordo per una falla o per il mare grosso (2) (fig.) mettere qualcuno in un'impresa assai impegnativa, difficile o rischiosa: la sua indole... l'aveva poi imbarcato per tempo in altre gare più serie ...

leggi

imbarcata

s.f.  (1) (non com.) imbarco (2) (fam.) gran numero di persone non selezionate chiamato a partecipare a qualcosa: si presentò alla festa con un'imbarcata di amici  (3) (aer.) acrobazia di un aereo che passa da una picchiata al volo rovescio (4) (gerg.) forte e improvviso innamoramento: prendersi un'imbarcata per qualcuno.  

leggi

imbarcatoio

s.m. (mar.) pontile d'imbarco, imbarcadero. 

leggi

imbarcatura

s.f. (non com.) incurvamento subito da tavole di legno; imbarcamento. 

leggi

imbarcazione

s.f. termine generico con cui si indicano i piccoli natanti a remi, a vela o a motore. 

leggi

imbarcazione

s.f. (non com.) l'imbarcare; imbarco. 

leggi

imbarco

s.m. [pl. -chi] (1) l'imbarcare, l'imbarcarsi: l'imbarco delle merci , dei passeggeri  (2) l'imbarcarsi su una nave come membro dell'equipaggio; la durata della permanenza a bordo come tale; anche, il relativo contratto: trovare un buon imbarco su una petroliera  (3) luogo da cui ci si imbarca: l'imbarco è a genova  (4) (antiq.) qualsiasi tipo di bastimento adibito al trasporto di persone o mercanzie. 

leggi

Sitemap