imboccare

v. tr. [io imbócco , tu imbócchi ecc.]

1.  porre il cibo in bocca a qualcuno: imboccare un bambino , un malato

2.  (fig.) istruire qualcuno perché parli o agisca in un determinato modo; imbeccare, suggerire

3.  (mus.) portare alla bocca uno strumento a fiato per sonarlo: imboccare la tromba

4.  entrare in un luogo che si debba poi percorrere (anche fig.): imboccare l'autostrada ; imboccare la via giusta | v. intr. [aus. essere]

5.  (non com.) entrare, sfociare, sboccare: la via imbocca nel corso

6.  adattarsi, incastrarsi (detto di un elemento che deve essere introdotto in un altro): lo spinotto imbocca bene nel foro.

rimboccare

v. tr. [io rimbócco , tu rimbócchi ecc.] (1) (non com.) imboccare di nuovo (2) ripiegare la parte estrema, l'orlo di qualcosa: rimboccare un sacco ; rimboccare il lenzuolo , ripiegarne l'estremità superiore sulla coperta; rimboccare la coperta , infilarne i bordi esterni sotto il materasso | rimboccarsi le maniche , (fig.) accingersi di buona lena a eseguire un lavoro; darsi da fare con decisione (3) nei lavori di cucito, ripiegare un lembo di tessuto per fare un...

leggi

imboccamento

s.m. (non com.) l'imboccare, l'essere imboccato. 

leggi

imboccatura

s.f.  (1) passaggio, apertura per cui si entra in qualche luogo: l'imboccatura del tunnel  (2) la parte di un oggetto in cui s'inserisce qualcosa: l'imboccatura della bottiglia  (3) (mus.) estremità degli strumenti a fiato a cui si applica la bocca: l'imboccatura del clarinetto | (estens.) il modo in cui si applica la bocca a uno strumento a fiato: avere una buona imboccatura  (4) la parte del morso che si mette in bocca al cavallo. 

leggi

imbocco

s.m. [pl. -chi] imboccatura, ingresso: l'imbocco dell'autostrada.  

leggi

Sitemap