impanare

(1)

v. tr. passare nel pangrattato cibi da friggere: impanare una polpetta.

impanare (2)

v. tr. (tecn.) filettare | v. intr. [aus. avere] detto di una vite, far presa nella madrevite (e viceversa).

rimpanare

v. tr. (gastr.) impanare di nuovo. 

leggi

pangrattato

o pan grattato, s.m. pane raffermo grattugiato che si usa soprattutto per impanare le vivande. 

leggi

impanato

(1) part. pass. di impanare (2) agg. avvolto nel pangrattato: costoletta impanata e fritta.  

leggi

impanatrice

s.f. filettatrice. 

leggi

impanatura

s.f. l'impanare, l'essere impanato. 

leggi

impanatura

s.f. (tecn.) filettatura (di una vite o di una madrevite). 

leggi

impancarsi

v. rifl. [io mi impanco , tu ti impanchi ecc.] (1) (non com.) mettersi a sedere su una panca (2) (fig. lett.) atteggiarsi, erigersi a persona superiore, presumendo di giudicare o insegnare ad altri: impancarsi a giudice , a censore.  

leggi

impaniare

v. tr. [io impànio ecc.] (1) spalmare di pania: impaniare un rametto , una bacchetta  (2) catturare con la pania: impaniare un uccello | impaniarsi v. rifl. e intr. pron.  (3) lasciarsi prendere nella pania, cadere in trappola (detto di uccelli) (4) (fig.) mettersi in una situazione da cui è difficile uscire: impaniarsi in un brutto affare ; rimanere impaniato.  

leggi

impaniatore

s.m. [f. -trice] chi impania. 

leggi

impaniatura

s.f. l'impaniare, l'impaniarsi, l'essere impaniato. 

leggi

impannare

v. tr.  (1) mettere, fissare l'impannata (2) (non com.) tessere panni. 

leggi

impannata

s.f. infisso di chiusura per finestre, costituito da telai che sorreggono riquadri di stoffa, carta ecc.; per estens., infisso a vetri. 

leggi

Sitemap