imperfetto

agg.

1.  non finito, non compiuto | tempo imperfetto , (gramm.) tempo dei modi indicativo e congiuntivo del verbo; nell'indicativo esprime un'azione o una condizione passata nel suo svolgersi o nel suo ripetersi, senza indicarne l'inizio e il compimento; nel congiuntivo esprime, in proposizione indipendente, sentimenti quali desiderio, augurio ecc. (volesse il cielo!), mentre in proposizione dipendente esprime rapporto di contemporaneità con un tempo passato (dubitavo che venisse), di correlazione con il presente del condizionale (vorrei che tu venissi), oppure si usa nel periodo ipotetico (se tu volessi io verrei) | anche come s.m. : l'imperfetto dell'indicativo

2.  che ha qualche difetto: un congegno imperfetto

3.  (mus.) si dice di un particolare modo ritmico elaborato dai teorici della notazione mensurale dei secc. xiv e xv § imperfettamente avv.

imperfettibile

agg. (lett.) che non può raggiungere la perfezione; che non può essere perfezionato. 

leggi

imperfettibilità

s.f. (lett.) l'essere imperfettibile: l'imperfettibilità umana.  

leggi

imperfettivo

agg. (gramm.) si dice di aspetto verbale che esprime un'azione nel suo svolgimento (p. e. in costrutti come sta per partire , sta parlando ; o nell'imperfetto dell'indicativo, in opposizione al passato remoto). 

leggi

Sitemap