imporre

ant. imponere [im-pó-ne-re], v. tr. [coniugato come porre]

1.  porre, mettere sopra (anche fig.): imporre la corona ; imporre un nome , darlo, spec. all'atto del battesimo | imporre le mani , (relig.) compiere il rito dell'imposizione

2.  stabilire d'autorità far rispettare: imporre una legge , una tassa ; imporre la propria volontà

3.  comandare, ordinare, ingiungere: imporre a qualcuno di fare qualcosa | imporre il silenzio , far tacere

4.  esigere, richiedere: la circostanza impone la massima cautela

5.  (ant.) dare, assegnare: vienne oramai, ché 'l tempo che n'è imposto / più utilmente compartir si vuole (dante purg. xxiii, 5-6) | imporsi v. rifl. o intr. pron.

6.  farsi valere, farsi ubbidire; far sentire la propria autorità o superiorità: un uomo che sa imporsi

7.  avere successo, affermarsi: un prodotto che s'è imposto sul mercato | imporsi all'attenzione , richiamarla, non passare inosservato

8.  rendersi necessario: a questo punto s'impone un ripensamento.

direzionare

v. tr. [io direzióno ecc.] (non com.) dare, imporre una direzione. 

leggi

daziare

v. tr. [io dàzio ecc.] (non com.) imporre un dazio su una merce. 

leggi

aut aut

loc. sost. m. invar. si usa per indicare una scelta alternativa obbligatoria: imporre un aut aut.  

leggi

cognominare

v. tr. [io cognòmino ecc.] (1) (non com.) dare, imporre il cognome a qualcuno (2) (ant.) attribuire un soprannome; denominare. 

leggi

bannalità

s.f. diritto del feudatario di imporre l'uso dei propri mulini, frantoi e torchi dietro pagamento di una tassa o esigendo in cambio prestazioni di lavoro gratuite. 

leggi

imporrare

v. intr. [io impòrro ecc. ; aus. essere] cominciare a marcire, imputridire per effetto dell'umidità (detto spec. di legnami e alberi). 

leggi

imporrire

v. intr. [io imporrisco , tu imporrisci ecc. ; aus. essere] imporrare. 

leggi

Sitemap