imposizione

s.f.

1.  l'imporre (anche fig.): l'imposizione del nome ; imposizione di un obbligo , di un tributo | imposizione delle mani , (relig.) rito che consiste nel porre le mani sul capo di una persona; nella liturgia cattolica ha lo scopo di consacrare o di benedire

2.  ciò che è imposto; ordine, ingiunzione, spec. in quanto costituisca un atto d'arbitrio, di prepotenza: non sopporto imposizioni da nessuno

3.  (fin.) il sottoporre qualcuno o qualcosa a imposta | il complesso delle imposte

4.  (tip.) impostazione.

tassazione

s.f. il tassare, il tassarsi, l'essere tassato; imposizione fiscale: reddito soggetto a tassazione.  

leggi

parafiscalità

s.f. attività finanziaria consistente nella imposizione e riscossione di tributi da parte di enti pubblici non territoriali (come gli enti di previdenza), che così adempiono agli scopi assegnati loro per legge. 

leggi

capitazione

s.f. (dir.) (1) imposta sulla persona, che era applicata nell'età imperiale romana e nel medioevo (2) imposizione fiscale per cui i contribuenti sono tenuti a pagare tutti una stessa somma. 

leggi

anarchico

agg. [pl. m. -ci] (1) di anarchia, relativo all'anarchia: idee anarchiche  (2) (estens.) insofferente di ogni imposizione | disordinato, caotico s.m. [f. -a] chi sostiene l'anarchia § anarchicamente avv.  

leggi

Sitemap