malore

s.m.

1.  improvviso male fisico, mancamento repentino, talora anche grave: essere colto da malore

2.  (ant.) malattia: o che natura del malore nol patisse (boccaccio dec. introduzione).

stralunare

v. tr. solo nell'espressione stralunare gli occhi , sbarrarli e stravolgerli per una forte emozione o per un malore | stralunarsi v. rifl. (fam.) sconvolgersi, stranirsi. 

leggi

ottenebrare

v. tr. [io ottènebro ecc.] rendere tenebroso (spec. fig.): un improvviso malore gli ottenebrò la vista ; l'ira ottenebra la mente | ottenebrarsi v. rifl. diventare tenebroso (anche fig.): il cielo si ottenebrò.  

leggi

mancamento

s.m.  (1) improvviso malore che causa la perdita dei sensi: avere un mancamento  (2) (non com.) difetto, imperfezione | (fig.) colpa, fallo (3) (ant.) insufficienza, mancanza. 

leggi

malora

s.f. rovina, perdizione: mandare , andare in malora , rovinare, rovinarsi | va' in malora! , va' all'inferno!; alla malora! , al diavolo! | della malora , maledetto, terribile: fa un freddo della malora.  

leggi

Sitemap