mancia

s.f. [pl. -ce]

1.  denaro che si dà, oltre al dovuto, a chi presta un servizio: dare , lasciare , ricevere una mancia | mancia competente , mancia adeguata che si promette a chi restituirà un oggetto smarrito. dim. mancetta

2.  (ant.) dono, regalo; ricompensa: così od'io che solea far la lancia / d'achille e del suo padre esser cagione / prima di trista e poi di buona mancia (dante inf. xxxi, 4-6).

manciata

s.f. la quantità che può essere contenuta in una mano: una manciata di terra , di riso | a manciate , in gran quantità. dim. manciatella , manciatina.  

leggi

benandata

s.f. (rar.) (1) mancia che si dà a un inserviente nel lasciare un albergo (2) buonuscita. 

leggi

toccamano

s.m. [pl. -ni] (1) (non com.) stretta di mano, spec. per sancire un accordo (2) mancia data di nascosto, fingendo di stringere la mano. 

leggi

manca

s.f. la mano sinistra | la parte sinistra: a man manca , a sinistra; a destra (o a dritta) e a manca , dappertutto. 

leggi

mancamento

s.m.  (1) improvviso malore che causa la perdita dei sensi: avere un mancamento  (2) (non com.) difetto, imperfezione | (fig.) colpa, fallo (3) (ant.) insufficienza, mancanza. 

leggi

mancante

part. pres. di mancare agg. che manca, che non c'è: le pagine mancanti di un libro | privo, difettoso: un ragionamento mancante di logica s.m. e f. chi manca; assente. 

leggi

mancanza

s.f.  (1) il mancare; assenza: mancanza di denaro , di tempo ; sentire la mancanza di una persona ; in mancanza di meglio, m'accontenterò  (2) errore, fallo: commettere una mancanza ; mancanza lieve , grave , imperdonabile  (3) difetto, deficienza: un'opera che denota non poche mancanze  (4) (non com.) mancamento, svenimento. 

leggi

mancare

v. intr. [io manco , tu manchi ecc. ; aus. essere (avere nei sign. 7, 8, 9)] (1) non bastare, non essere sufficiente; non esserci: manca il tempo ; i soldi non gli mancano ; manca la firma | gli manca (solo) la parola , (fam.) si dice di animale domestico particolarmente intelligente ' gli manca un giovedì , un venerdì , (fam.) si dice di persona non pienamente in senno (2) distare, intercorrere (si usa per indicare lo spazio o il tempo che separa da un termine stabilito): mancano...

leggi

mancato

part. pass. di mancare agg.  (1) non riuscito, andato a vuoto; fallito: un tentativo , un colpo mancato | atto mancato , (psicoan.) atto che appare come un errore di comportamento giacché consegue un risultato diverso da quello coscientemente perseguito dal soggetto, realizzando invece un suo desiderio inconscio (p. e. un lapsus verbale, una dimenticanza, lo smarrimento di un oggetto) (2) si dice di persona che non ha realizzato le sue aspirazioni: un poeta , un pittore mancato |...

leggi

mancatore

s.m. [f. -trice] (non com.) chi manca agli impegni che si è assunto: un mancatore di parola.  

leggi

mancego

agg. [pl. m. -ghi] della mancia, regione della spagna. 

leggi

mancese

agg. della manciuria, regione della cina; dei manciù s.m.  (1) [anche f.] chi è nato, chi abita in manciuria (2) lingua dei manciù. 

leggi

manche

s.f.  (1) (sport) ciascuna delle prove in cui è suddivisa una gara | nel ciclismo su pista, fase eliminatoria (2) nei giochi di carte, partita, giro. 

leggi

Sitemap