mandarino

(1)

s.m. nella cina imperiale, alto dignitario di corte la cui casta godeva di ampi privilegi | (estens.) funzionario, personaggio pubblico che gode di privilegi e si comporta in modo autoritario | usato come agg. in (anatra) mandarina , varietà di anatra originaria dell'estremo oriente.

mandarino (2)

s.m. albero che produce un frutto simile all'arancia, ma più piccolo e dal sapore più dolce (fam. rutacee) | il frutto di tale albero agg. invar. che ha il colore del mandarino: giallo mandarino.

mandarino (3)

s.m. (sport) nel gioco della palla a muro, il lanciatore che manda la palla al di sopra della linea segnata sul muro.

mandarancio

s.m. frutto ottenuto dall'incrocio tra il mandarino e l'arancio amaro; ha le dimensioni di un mandarino e la scorza ruvida e spessa come quella dell'arancia, ma di colore più carico (fam. rutacee). 

leggi

tangelo

s.m. agrume dalle dimensioni di un pompelmo, ottenuto dall'innesto di una varietà di mandarino sul pompelmo (fam. rutacee). 

leggi

mapo

s.m. invar. denominazione com. del frutto ottenuto dall'incrocio del mandarino con il pompelmo; presenta buccia sottile verde e polpa succosa color arancio pallido. 

leggi

mandarinato

s.m. carica, ufficio, dignità di mandarino. 

leggi

mandarinesco

agg. [pl. m. -schi] (spreg.) di, da mandarino: atteggiamento mandarinesco.  

leggi

mandarinetto

s.m. liquore che si ottiene con essenza di mandarino. 

leggi

mandarinismo

s.m.  (1) burocrazia venale e vessatoria come quella dei mandarini cinesi (2) in politica, tendenza a imporre e a far valere la propria autorità al fine di conservare i privilegi di cui si gode. 

leggi

Sitemap