maneggiabile

agg. maneggevole, che si può facilmente maneggiare.

maneggevole

agg.  (1) che si maneggia facilmente: uno strumento , un'automobile maneggevole  (2) (fig. non com.) trattabile, arrendevole: un carattere maneggevole.  

leggi

maneggevolezza

s.f. l'essere maneggevole: la maneggevolezza di un attrezzo , di un aereo.  

leggi

maneggiabilità

s.f. l'essere maneggiabile; maneggevolezza. 

leggi

maneggiamento

s.m.  (1) (non com.) il maneggiare (2) in zootecnia, l'atto di palpare con le mani parti del corpo di animali da macello per constatarne il grado di ingrassamento (3) (fig.) operazione non chiara, intrigo; maneggio. 

leggi

maneggiare

v. tr. [io manéggio ecc.] (1) lavorare con le mani; manipolare: maneggiare l'argilla , la cera | maneggiare un animale , tastarlo, palparlo, spec. per accertarne il grado di ingrassamento (2) muovere qualcosa fra le mani; adoperare abilmente; far funzionare: maneggiare un'arma ; maneggiare il pennello , la penna ; un registratore facile da maneggiare  (3) (fig.) amministrare: maneggiare molto denaro , avere un gran giro d'affari | maneggiare una persona , servirsene per i propri...

leggi

maneggiatore

s.m. [f. -trice] chi maneggia: un esperto maneggiatore della spada.  

leggi

maneggio

s.m.  (1) il maneggiare, l'adoperare: essere abile nel maneggio delle armi  (2) (fig.) amministrazione, governo: il maneggio del denaro  (3) (fig.) spec. pl. manovra che tende a raggiungere secondi fini, per lo più illeciti: i maneggi politici  (4) addestramento del cavallo alle diverse andature, ai vari movimenti, a esercizi di abilità ecc.; il luogo dove si addestrano cavalli e cavalieri: scuola di maneggio ; maneggio coperto , all'aperto.  

leggi

maneggio

s.m. un continuo maneggiare. 

leggi

maneggione

s.m. [f. -a] (spreg.) chi ha per le mani molti traffici e affari, spec. poco puliti. 

leggi

Sitemap