mano

ant. mana, s.f. [pl. mani ; ant. o region. mane e mano]

1.  estremità dell'arto superiore formata dal polso, dalla palma, dal dorso e dalle cinque dita; ha funzione di organo prensile e tattile: la mano destra , sinistra ; le ossa della mano ; mani affusolate , tozze , callose , ruvide ; mani pulite , sporche ; aprire , chiudere la mano ; giungere , congiungere le mani ; prendere , tenere in mano ; lasciarsi cadere di mano ; gesticolare con le mani | passare di mano in mano , dalle mani di una persona a quelle di un'altra; (fig.) da un proprietario all'altro ' prendere qualcuno per mano , (fig.) guidarlo nelle decisioni, nelle azioni | dare , stringere la mano , porgere la propria mano e afferrare quella di un'altra persona in segno di saluto, di congratulazione ecc.; si possono dare la mano , (fig.) si dice di persone molto simili ' baciare la mano , in segno di omaggio ' battere le mani , applaudire | alzare le mani , in segno di resa o per manifestare la propria estraneità a una situazione ' mani in alto! , intimazione di arrendersi ' alzare la mano , per chiedere di poter parlare in una classe scolastica, in assemblee, riunioni ecc. o anche per votare (voto per alzata di mano) | fregarsi , stropicciarsi le mani , per esprimere soddisfazione, contentezza | stendere la mano , mendicare, chiedere l'elemosina ' chiedere la mano di una donna , (fig.) chiederla in sposa ' calcare la mano , (fig.) esagerare nell'essere esigenti, inflessibili ecc. | tendere la mano a qualcuno , (fig.) soccorrerlo ' dare una mano a qualcuno , (fig.) aiutarlo | tener mano , (fig.) essere complice in azioni poco pulite | avere le mani lunghe , (fig.) arrivare dappertutto con il proprio potere, la propria influenza; anche, essere manesco; essere ladro ' essere svelto di mano , rubare abitualmente; anche, essere manesco ' mani di ricotta , di pasta frolla , di creta , (fig.) si dice scherz. di chi lascia spesso cadere ciò che ha in mano ' avere le mani legate , (fig.) non poter agire secondo la propria volontà per una costrizione esterna | avere le mani bucate , (fig.) spendere senza controllo ' avere qualcosa per le mani , (fig.) averla a disposizione; si dice anche quando ci si sta occupando momentaneamente di qualcosa: ho per le mani una pratica delicata | capitare tra (o per) le mani , (fig.) si dice di ciò di cui si viene in possesso casualmente ' avere le mani in pasta in qualcosa , (fig.) esservi molto addentro | toccare con mano , (fig.) sincerarsi personalmente ' azione alla mano , nel rugby, azione collettiva condotta dai giocatori di una squadra passandosi la palla con le mani ' fallo di mano , nel gioco del calcio, fallo che un giocatore (che non sia il portiere) commette toccando il pallone con la mano o con il braccio ' venire alle mani , azzuffarsi ' alzare le mani su qualcuno , malmenarlo ' menare le mani , picchiare, essere manesco ' mettere le mani addosso a qualcuno , aggredirlo ' mettere le mani su qualcuno , su qualcosa , catturarlo, impossessarsene ' mettere mano al portafogli , pagare, dare del denaro ' mettere mano a una pistola , a un coltello , impugnarli | sporcarsi le mani , (fig.) compiere un'azione illecita ' avere le mani sporche , pulite , (fig.) comportarsi in modo disonesto od onesto ' avere le mani sporche di sangue , (fig.) aver ucciso qualcuno ' lavarsene le mani , (fig.) disinteressarsene (di una questione, di una persona) | stare con le mani in mano , (fig.) senza far nulla ' mettere le mani avanti , (fig.) cercare scuse prima che sia necessario o richiesto ' fare man bassa di qualcosa , prenderne il più possibile ' per mano di , tramite, per mezzo di: ucciso per mano di un sicario | man mano che , introduce una proposizione dipendente la cui azione si svolge parallelamente a quella della reggente: man mano che entravano, si sedevano | a mano a mano (o anche soltanto man mano), di volta in volta, gradatamente ' tornare , rimanere a mani vuote , a mani piene , (fig.) senza aver ottenuto nulla o avendo avuto successo | a piene mani , (fig.) largamente, generosamente ' presentarsi a mani vuote , (fig.) senza portare un regalo ' a mano armata , con le armi in pugno ' esser largo , stretto di mano , (fig.) essere prodigo, avaro ' di seconda mano , si dice di oggetto che si compra già usato o di notizia non proveniente da una fonte d'informazione diretta ' sotto mano , vicino, a disposizione ' a portata di mano , facilmente raggiungibile ' fuori mano , lontano, non facilmente raggiungibile ' a mano , si dice di cosa che si porta o si usa con le mani: bagaglio a mano ; trapano a mano | alla mano , di cosa, pronta da usare, da esibire; di persona, cordiale e semplice: contanti , documenti , prove alla mano ; è un uomo molto alla mano | giù le mani! , intimazione rivolta a chi alza le mani per picchiare o a chi sta toccando o prendendo qualcosa; di senso affine le loc. le mani a casa! , le mani a posto! | a quattro mani , si dice di composizione per pianoforte scritta per essere eseguita da due pianisti sullo stesso strumento | a due mani , si dice di opere eseguite in coppia | imporre le mani , (relig.) consacrare | la mano pubblica , lo stato in quanto soggetto economico; la mano invisibile , (econ.) espressione coniata da a. smith (1723-1790) in riferimento al meccanismo della produzione e del mercato concorrenziale, che opera in modo da trasformare l'egoismo individuale nel benessere collettivo | mettere mano a un'opera , a un lavoro , incominciarli | avere la mano leggera , (fig.) fare qualcosa con delicatezza | avere la mano pesante , (fig.) intervenire duramente; esagerare, passare i giusti limiti | fare la mano a un lavoro , impratichirsi in esso | lavorare con mano maestra , sicura , con abilità, con sicurezza ' fatto a mano (o anche soltanto a mano), di lavoro eseguito con le mani, senza l'impiego di macchine o strumenti: maglione fatto a mano ; ricamo a mano | di mano di qualcuno , fatto da qualcuno: questo scritto è di mano sua | essere , cadere nelle mani di qualcuno , in mano a qualcuno , (fig.) in suo potere | tenere in mano , (fig.) controllare, dominare | sfuggire di mano , (fig.) detto di situazione di cui si perde il controllo | governare con mano ferrea , (fig.) con severità, rigore | mettersi nelle mani di qualcuno , (fig.) affidarsi a lui | essere , trovarsi in mani sicure , (fig.) essere ben protetto, ben custodito, detto di persona o di cosa | prendere la mano , si dice di cavallo che non obbedisce più ai comandi; per estens., di persona o di cosa che sfugge al controllo di chi la guida | prov. : una mano lava l'altra e tutt'e due lavano il viso , aiutandosi a vicenda si ottengono migliori risultati; gioco (scherzo) di mano, gioco (scherzo) di villano , lo si dice ai bambini per insegnar loro a non essere maneschi, neppure quando giocano o scherzano. dim. manina , manuccia accr. manona , manone (m) pegg. manaccia

2.  (fig.) stile, impronta caratteristica di una persona: in questo arredamento si vede la mano di un architetto

3.  ognuno dei lati corrispondenti alle due mani; anche, ognuna delle due direzioni in cui si muove il traffico di veicoli e di persone in una strada | tenere la mano , procedere sul lato stabilito dal codice stradale | andare contro mano , in senso vietato, oppure sul lato vietato della strada; (fig.) andare controcorrente, esprimersi o comportarsi in modo non conformistico | cedere la mano , far passare a destra la persona con la quale si cammina, in segno di rispetto

4.  strato di colore, di vernice o di altra sostanza che si stende su una superficie: dare la seconda mano di bianco alle pareti | dare l'ultima mano a qualcosa , (fig.) rifinirla, portarla a compimento

5.  nei giochi di carte, giro di distribuzione e di gioco; anche, la situazione di chi gioca per primo: una partita giocata in tre mani ; la mano tocca a me , sono di mano , tocca a me giocare per primo | passare la mano , in alcuni giochi (p. e. nel poker), saltare deliberatamente il proprio turno; (fig.) trasferire a qualcuno un'autorità, una responsabilità, cedergli un incarico

6.  (lett.) piccolo numero di persone; drappello, manipolo: una mano di volontari.

mana

vedi mano

leggi

mana

s.m. invar. nelle credenze animistiche dei popoli polinesiani e melanesiani, forza soprannaturale insita in oggetti e persone. 

leggi

manachino

s.m. nome di varie specie di uccelli diffusi nell'america centrale e meridionale, caratterizzati dal piumaggio variamente colorato (ord. passeriformi). 

leggi

management

s.m. invar.  (1) l'attività di gestione nell'impresa privata e pubblica o in altre organizzazioni complesse (2) (estens.) l'alta direzione; il personale direttivo. 

leggi

manager

s.m. e f. invar.  (1) chi, in un'impresa o in un settore, ha responsabilità di coordinamento o di indirizzo dell'attività di altre persone; dirigente (2) chi cura gli interessi di una squadra sportiva, di un atleta, di una compagnia teatrale, di un attore, di un cantante; impresario. 

leggi

manageriale

agg. di manager, proprio del manager: attività manageriale ; capacità , qualità manageriali.  

leggi

managerialità

s.f. capacità di dirigere un'impresa. 

leggi

manaide

s.f. (region.) (1) rete usata per la pesca di acciughe e sardine (2) (estens.) barca lunga e di forma slanciata, con lo scafo basso e scoperto, particolarmente adatta alla pesca con questa rete. 

leggi

manaiuola

s.f. piccola scure. 

leggi

manale

s.m. sorta di mezzo guanto di pelle o cuoio, che copre il palmo e il dorso della mano, usato da calzolai, sellai e sim. quando devono tirare con forza uno spago. 

leggi

Sitemap