martire

(1)

s.m. e f.

1.  nei primi secoli del cristianesimo, chi affrontava consapevolmente le persecuzioni, la tortura e anche la morte pur di non rinnegare la propria fede

2.  (estens.) chi sopporta ogni pena, spesso fino alla morte, in nome della propria fede religiosa, politica o, più in generale, dei propri ideali: i martiri del risorgimento

3.  (estens.) chi si dedica a un'attività affrontando ogni sorta di sacrificio: un martire della scienza

4.  (fig.) chi è afflitto a lungo da grandi dolori fisici e morali; chi è ingiustamente maltrattato: fare una vita da martire | fare il martire , (scherz.) atteggiarsi a vittima.

martire (2)

vedi martirio.

martirio

ant. o poet. martire [mar-tì-re], martiro [mar-tì-ro], s.m.  (1) la morte o le sofferenze che affronta un martire: palma , corona del martirio ; sottoporre qualcuno al martirio ; affrontare , subire il martirio  (2) (fig.) sofferenza, dolore: la vita per lui fu un lungo martirio | (scherz.) con valore iperbolico, fastidio, noia insopportabile: quella conferenza, che martirio!.  

leggi

martagone

s.m. pianta erbacea montana con fiori simili a piccoli gigli di color rosa macchiati di scuro (fam. liliacee). 

leggi

marte

s.m.  (1) (lett.) guerra | campo di marte , piazza d'armi (2) (ant.) martedì | prov. : né di venere né di marte non si sposa, non si parte, non si dà principio all'arte  (3) marte , (astr.) pianeta del sistema solare, il quarto in ordine di distanza dal sole. 

leggi

martedì

s.m. il secondo giorno della settimana | martedì grasso , l'ultimo giorno di carnevale. 

leggi

martellamento

s.m. il martellare, l'essere martellato (anche fig.): martellamento di domande.  

leggi

martellante

part. pres. di martellare agg. incalzante, ripetuto, insistente: una campagna pubblicitaria martellante § martellantemente avv.  

leggi

martellare

v. tr. [io martèllo ecc.] (1) lavorare, foggiare a colpi di martello: martellare il ferro incandescente  (2) (fig.) colpire ripetutamente con violenza: martellare le postazioni nemiche ; martellare qualcuno di domande | nel pugilato, attaccare l'avversario con ripetute serie di colpi violenti (3) (lett.) punire, castigare: e perché men crucciata / la divina vendetta li martelli (dante inf. xi, 89-90) | v. intr. [aus. avere] pulsare violentemente: sentirsi martellare le tempie...

leggi

martellata

s.f.  (1) colpo dato con un martello (2) (fig.) disgrazia grave e improvvisa. 

leggi

martellato

part. pass. di martellare agg.  (1) lavorato o battuto col martello: rame , cuoio martellato  (2) (mus.) nella tecnica pianistica e violinistica, si dice di nota fortemente staccata. 

leggi

martellatore

s.m. [f. -trice] chi martella (anche fig.) | in partic., operaio addetto a lavori di martellatura (su pelli, rame, ferro ecc.). 

leggi

martellatura

s.f.  (1) il martellare, l'essere martellato (2) nella pratica forestale, marcatura delle piante destinate all'abbattimento eseguita con un martello che imprime una sigla distintiva. 

leggi

Sitemap