opporre

ant. opponere, v. tr. [coniugato come porre] mettere, porre contro (sul piano fisico o morale, intellettuale): opporre fortificazioni all'avanzata nemica ; opporre un'accanita resistenza ; opporre un rifiuto ; opporre validi argomenti | (non com.) obbiettare: oppose che non poteva esser vero | opporsi v. rifl. o intr. pron. porsi contro: il pollice si oppone alle altre dita | (fig.) costituire contrasto, fare ostacolo: nulla si oppone ; i genitori si opposero al loro matrimonio | v. rifl.

1.  (non com.) essere in contrapposizione, in contraddizione reciproca

2.  (ling.) essere in opposizione: in italiano la consonante semplice e la doppia si oppongono (p. e. in calo / callo).

idrodinamico

agg. [pl. m. -ci] (1) (fis.) che riguarda l'idrodinamica (2) fatto in modo da opporre poca resistenza all'acqua: scafo idrodinamico.  

leggi

opponente

part. pres. di opporre agg. che oppone o si oppone s.m. e f.  (1) (non com.) chi si oppone (2) (dir.) chi presenta un'opposizione. 

leggi

fiacco

agg. [pl. m. -chi] privo di energia, di vigore; debole: sentirsi fiacco ; opporre una fiacca resistenza | mercato fiacco , di scarsa attività § fiaccamente avv.  

leggi

ostacolare

v. tr. [io ostàcolo ecc] essere d'ostacolo, opporre ostacoli (anche fig.): la neve ostacolò la marcia ; un progetto ostacolato da tutti | ostacolarsi v. rifl. disturbarsi, danneggiarsi a vicenda: ostacolarsi involontariamente.  

leggi

contrapporre

v. tr. [coniugato come porre] mettere di fronte, opporre (anche fig.): contrapporre due eserciti , due esempi | contrapporsi v. rifl. e rifl. rec. opporsi: contrapporsi ai soprusi ; due teorie che si contrappongono.  

leggi

Sitemap