orto

(1)

s.m.

1.  piccolo appezzamento di terreno, per lo più cinto da muro o da siepe, in cui si coltivano erbaggi commestibili e talora anche piante da frutto: zappare , vangare l'orto ; terra tenuta a orto | la via dell'orto , (fig.) la più facile | zappare , coltivare il proprio orto , (fig.) occuparsi soltanto dei propri problemi, disinteressandosi di quelli altrui | stare coi frati e zappare l'orto , (fig. scherz.) non prendere posizione su qualcosa, rimettendosi alle decisioni degli altri

2.  (ant. , lett.) giardino: pietosa insania, che fa cari gli orti / de' suburbani avelli alle britanne / vergini (foscolo sepolcri 130-132) | orti esperidi , nella mitologia greca, giardino favoloso situato nelle estreme regioni occidentali, in cui cresceva un albero che dava pomi d'oro

3.  in taluni usi tecnici: orto botanico , terreno adeguatamente attrezzato in cui sono coltivate diverse varietà di piante, anche esotiche, a scopo di studio e di ricerca; orto forestale , vivaio; orto chimico , terreno agricolo artificiale per coltivazioni idroponiche. dim. orticello.

orto (2)

s.m. (poet.) il sorgere del sole o degli astri; oriente: era da l'orto / e da l'occaso la sua reggia aperta (caro).

orto-

primo elemento di parole composte di origine greca o di formazione moderna, dal gr. orthós 'diritto, retto'; vale 'esatto, giusto, corretto ecc. ' (ortografia , ortodossia , ortopedia). in geometria, significa 'retto, perpendicolare'; in chimica organica, indica la posizione contigua di due gruppi sostituenti due atomi di idrogeno dell'anello benzenico nei composti aromatici (ortoxilene); si distingue da meta- e para-.  

leggi

ortocentrico

agg. [pl. m. -ci] (mat.) relativo all'ortocentro. 

leggi

ortocentro

s.m. (mat.) punto di incontro delle tre altezze di un triangolo. 

leggi

ortoclasio

s.m. (min.) silicato di alluminio e potassio bianco o rosato, componente essenziale di molte rocce; viene usato nell'industria delle porcellane. 

leggi

ortoclinoscopio

s.m. (med.) parte dell'apparecchio radiologico che consente di disporre il paziente nella posizione opportuna. 

leggi

ortodontico

agg. [pl. m. -ci] di ortodonzia, relativo all'ortodonzia: intervento ortodontico.  

leggi

ortodontista

s.m. e f. [pl-m- -sti] medico dentista specializzato in ortodonzia. 

leggi

ortodonzia

o ortodontia, s.f. (med.) settore dell'odontostomatologia che si occupa della correzione delle malformazioni dentarie. 

leggi

ortodossia

s.f.  (1) l'insieme dei principi che costituiscono il fondamento ufficiale di un sistema religioso, ideologico, scientifico, artistico ecc.; per estens., la piena rispondenza di una posizione teorica o di un agire pratico a tali principi: ortodossia religiosa , filosofica , politica ; l'ortodossia cattolica , marxista ; deviare dall'ortodossia ; rientrare nell'ortodossia | (fig.) fedeltà, rispondenza a una prassi normalmente usata: comportamenti , azioni che mancano di ortodossia  (2)...

leggi

Sitemap