paludoso

agg. che è ricco di paludi, acquitrinoso: terreno paludoso.

vallivo

agg.  (1) di valle; si dice per lo più del terreno basso e paludoso del fondovalle (2) di valle lagunare: pesca valliva.  

leggi

lama

s.f.  (1) palude o terreno paludoso che si forma nei luoghi bassi per il radunarsi di acque di piena (2) (ant. , lett.) bassura, avvallamento. 

leggi

paludamento

s.m.  (1) in roma antica, mantello corto, per lo più di colore rosso, drappeggiato e allacciato sulla spalla sinistra, portato dai generali nelle occasioni solenni (2) (estens.) veste ampia e solenne (3) (fig.) ornamentazione stilistica sovrabbondante: prosa ricca di paludamenti retorici.  

leggi

paludare

v. tr. rivestire, coprire di paludamento o di paludamenti (anche fig.) | paludarsi v. rifl. vestirsi con un paludamento | (estens.) agghindarsi in modo eccessivamente ricercato e vistoso. 

leggi

paludato

part. pass. di paludare agg.  (1) che è rivestito di paludamenti (2) (fig.) solenne, ampolloso: linguaggio paludato § paludatamente avv. solennemente, ampollosamente: scrivere paludatamente.  

leggi

palude

s.f. [ant. anche m] (1) terreno, zona pianeggiante in cui si raccolgono acque stagnanti poco profonde e coperto di una particolare vegetazione subacquea o emergente; acquitrino: bonificare , prosciugare una palude ; corsi al palude, e le cannucce e 'l braco / m'impigliar sì ch'i' caddi (dante purg. v, 82-83) | febbre della palude , malaria (2) (fig. lett.) condizione di inerzia, di indifferenza neghittosa: la palude del conformismo.  

leggi

paludicolo

agg. si dice di organismo vegetale o animale che vive nelle paludi. 

leggi

paludina

s.f. (zool.) mollusco delle acque dolci stagnanti con sottile conchiglia conica spiralata a strisce rossicce longitudinali (cl. gasteropodi). 

leggi

paludismo

s.m. (med.) malaria. 

leggi

Sitemap