panico

(1)

agg. [pl. m. -ci]

1.  (mit.) del dio pan | nell'uso corrente, si dice di paura improvvisa e irrefrenabile come quella che si credeva fosse causata dalla presenza del dio pan: timor panico

2.  (lett.) ispirato dal senso panteistico della natura: poesia panica s.m. terrore improvviso e incontrollabile: essere in preda al panico ; lasciarsi prendere dal panico.

panico (2)

s.m. pianta erbacea con pannocchie compatte e semi piccolissimi che sono ottimo alimento per gli uccelli (fam. graminacee).

panicolato

agg. (bot.) a forma di pannocchia. 

leggi

incontrollato

agg.  (1) non controllato, non contenuto; provocato da un impulso emotivo: panico incontrollato ; un gesto incontrollato  (2) di cui non è stata accertata la fondatezza: notizie incontrollate § incontrollatamente avv.  

leggi

panicastrella

s.f. pianta erbacea di alto fusto, con foglie rigide lineari e fiori bianchi in pannocchie (fam. composite). 

leggi

panicato

agg. (vet.) si dice di carne macellata suina e bovina affetta da panicatura. 

leggi

panicatura

s.f. (vet.) infestazione delle carni suine e bovine da parte di tenie allo stadio di cisticerchi, visibili in forma di puntini bianchi. 

leggi

paniccia

s.f.  (1) (tosc.) farinata | (estens.) poltiglia; fare paniccia di qualcuno , di qualcosa , (fig.) massacrare di botte qualcuno, spappolare qualcosa: erano scogli acuminati e neri... che avrebbero fatto paniccia della sua carne e delle sue ossa (viani) (2) (lig.) polenta di farina di ceci, detta anche panizza  (3) (piem.) risotto con fagioli, lardo, salame o mortadella di fegato e cavoli cotti; è detto anche panizza.  

leggi

panicità

s.f. (lett.) carattere panico; panismo: la panicità di un sentimento.  

leggi

Sitemap