pannare

v. intr. [aus. avere] (rar.) fare la panna (detto del latte).

panna

s.f. la parte più grassa del latte, che si condensa in superficie quando viene lasciato riposare; crema | panna (montata) , quella sbattuta fino a farla aumentare di volume e a farle assumere una consistenza soffice e schiumosa: fragole , cioccolato con panna.  

leggi

panna

s.f.  (1) (mar.) disposizione delle vele in linea con la direzione del vento, per cui questo non esercita pressione su di esse e il natante si arresta; per estens., condizione di un veliero fermo, per il particolare orientamento delle vele o per mancanza di vento (2) (antiq.) lo stesso che panne.  

leggi

pannarola

s.f. cucchiaio di legno usato nei caseifici per scremare il latte. 

leggi

pannarone

o panerone [pa-ne-ró-ne], s.m. formaggio bianco, fermentato, di pasta grossa e di gusto amarognolo; è specialità lombarda. 

leggi

panne

s.f. invar. arresto di un meccanismo o di un motore: un'automobile in panne ; essere , rimanere in panne.  

leggi

panneggiamento

s.m. il panneggiare; panneggio. 

leggi

panneggiare

v. intr. [io pannéggio ecc. ; aus. avere] disporre ad arte un tessuto in modo che formi pieghe armoniose; drappeggiare | in pittura e in scultura, rappresentare le pieghe delle vesti s.m. panneggio: maestro nel panneggiare.  

leggi

panneggiato

part. pass. di panneggiare agg. disposto a panneggio; drappeggiato: tessuto panneggiato ; figura panneggiata.  

leggi

panneggio

s.m. insieme di pieghe di un tessuto disposte armoniosamente; drappeggio | in pittura e in scultura, rappresentazione delle pieghe delle vesti. 

leggi

pannellista

s.m. e f. [pl. m. -sti] tecnico che installa pannelli. 

leggi

Sitemap