paracadute

s.m. invar.

1.  dispositivo atto a ridurre la velocità di caduta libera di un corpo nell'aria, usato sugli aerei come mezzo di salvataggio o per lanciare truppe, munizioni, viveri ecc.; è costituito gener. da una o più calotte semisferiche di tessuto leggero collegate con un sistema di funi a un dispositivo cui è fissato il carico: allacciarsi , aprire il paracadute | fare da paracadute a qualcuno , (fig.) proteggerlo da eventuali rischi, danni e sim.

2.  dispositivo di forma simile al precedente la cui azione si somma a quella dei normali dispositivi di frenatura in veicoli veloci che procedano su traiettoria orizzontale.

paraflying

s.m. invar. sport che si pratica con sci d'acqua e paracadute; dopo l'avvio sugli sci, l'apertura del paracadute in velocità fa alzare in volo l'atleta che, continuando a restare al traino del motoscafo, deve mantenersi in quota pilotando opportunamente il paracadute. 

leggi

parapendio

s.m. invar. paracadute orientabile, a sezione rettangolare, usato per calarsi da pareti ripide di montagne. 

leggi

paracadutare

v. tr. lanciare col paracadute: paracadutare truppe , rifornimenti | paracadutarsi v. rifl. lanciarsi col paracadute: paracadutarsi sull'obiettivo.  

leggi

paracadutismo

s.m. l'attività, l'esercizio di paracadutarsi da un aereo in volo a scopo bellico o sportivo. 

leggi

paracadutista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi pratica il paracadutismo agg. (mil.) addestrato a lanciarsi col paracadute: reparto paracadutista.  

leggi

paracadutistico

agg. [pl. m. -ci] relativo al paracadutismo o ai paracadutisti: lancio paracadutistico.  

leggi

Sitemap