paradosso

(1)

s.m.

1.  affermazione, opinione, tesi che, nonostante sia in contrasto con l'esperienza comune, si dimostra di fatto fondata: un paradosso fisico , matematico | (filos.) ragionamento logico che parte da un presupposto falso; sofisma: i paradossi di zenone di elea | nella logica contemporanea, antinomia

2.  (estens.) affermazione, ragionamento, tesi sorprendente: argomentare , ragionare per paradossi ; i paradossi di oscar wilde | fatto, comportamento che si presenta come contrario alla logica, incoerente: tutta la sua vita è stata un paradosso ; il paradosso di metropoli in gran parte abitate, e solo durante poche ore del giorno, da gente suburbana (e. cecchi) agg. (med.) si dice di fenomeno contrario alle aspettative.

paradosso (2)

s.m.

1.  (mil.) rilievo in terra costruito alle spalle di una trincea

2.  (edil.) nell'orditura del tetto, trave portante disposta secondo l'inclinazione della falda.

paradorso

s.m. lo stesso che paradosso nelle accezioni del linguaggio militare ed edile. 

leggi

paradossale

agg. che ha natura di paradosso; assurdo, o apparentemente tale: un ragionamento paradossale | (estens.) bizzarro, stravagante: un personaggio paradossale § paradossalmente avv.  

leggi

paradossalità

s.f. l'essere paradossale: la paradossalità di una tesi , di una situazione.  

leggi

Sitemap