parafa

o paraffa, s.f. , meno com. paraffo s.m. (burocr.) firma abbreviata, sigla che si appone in calce a un atto, a un documento ecc.

parafango

s.m. [pl. -ghi] elemento di lamiera, talvolta di plastica, sagomato a doccia, che contorna la parte superiore delle ruote di un veicolo per impedire che, rotolando, spruzzino acqua e fango. 

leggi

parafare

o paraffare, v. tr. (burocr.) sottoscrivere con una parafa; siglare. 

leggi

parafarmaceutico

agg. e s.m. [pl. m. -ci] si dice di prodotto di parafarmacia. 

leggi

parafarmacia

s.f. la produzione dei parafarmaci; l'insieme dei parafarmaci. 

leggi

parafarmaco

s.m. [pl. -ci] prodotto cosmetico, dietetico e sim. che, pur non essendo un farmaco, produce effetti sulla salute dell'organismo e viene commercializzato attraverso le farmacie. 

leggi

parafasia

s.f. (med. , psicol.) disturbo del linguaggio caratterizzato da trasposizione di sillabe o parole o sostituzione di quelle esatte con altre sbagliate. 

leggi

paraffa

e deriv. vedi parafa e deriv.  

leggi

parafernale

agg. (dir.) si dice di un bene della moglie che non fa parte della dote o che non è comunque oggetto di convenzioni matrimoniali. 

leggi

paraffina

s.f.  (1) sostanza grassa, solida, combustibile, costituita da una miscela di idrocarburi, ricavata dalla lavorazione del petrolio e utilizzata nella preparazione di candele, appretti, isolanti elettrici ecc. | prova del guanto di paraffina , sistema usato dalla polizia scientifica per rivelare tracce di polvere da sparo eventualmente presenti sulle mani di qualcuno (2) (chim.) ogni composto organico appartenente alla serie degli idrocarburi alifatici saturi. 

leggi

paraffinare

v. tr. impregnare, ricoprire di paraffina. 

leggi

Sitemap