paralipomeni

s.m. pl.

1.  nome con cui nella versione greca dell'antico testamento sono indicati i due libri delle «cronache», in quanto integrano le vicende narrate nei libri di samuele e dei re

2.  (estens.) scritto, testo, opera che costituisce (di fatto o per finzione letteraria) il completamento, l'integrazione o la continuazione di un'opera precedente: «paralipomeni della batracomiomachia» , titolo di un poemetto in ottave composto da g. leopardi intorno al 1831-32 e che si presenta come continuazione della pseudomerica «batracomiomachia» (battaglia delle rane e dei topi).

Sitemap