pareggiatore

agg. e s.m. [f. -trice] (non com.) che, chi pareggia.

pareggiabile

agg. che si può pareggiare, uguagliare. 

leggi

pareggiamento

s.m. il pareggiare; pareggio: il pareggiamento di un terreno ; il pareggiamento del bilancio.  

leggi

pareggiare

v. tr. [io paréggio ecc.] (1) rendere pari, portare allo stesso livello: pareggiare l'erba di un prato | pareggiare il bilancio , (econ.) chiuderlo in pareggio (2) uguagliare: nessuno può pareggiare quell'uomo in bontà  (3) (sport) concludere in parità: pareggiare un incontro | v. intr. [aus. avere] (sport) conseguire un punteggio pari in una competizione: le due squadre hanno pareggiato | pareggiarsi v. rifl. (lett.) farsi uguale, mettersi alla pari | v. rifl. essere pari,...

leggi

pareggiato

part. pass. di pareggiare e agg. nei sign. del verbo ' scuola pareggiata , istituto non statale che, sulla base di particolari requisiti, ha ottenuto con apposito decreto la piena equiparazione alla scuola statale. 

leggi

pareggiatura

s.f. (non com.) pareggiamento. 

leggi

pareggio

s.m.  (1) il pareggiare; condizione di parità (2) situazione contabile in cui entrate e uscite sono uguali: chiudere il bilancio in pareggio ; raggiungere il pareggio del bilancio  (3) (sport) punteggio pari raggiunto da due squadre o due contendenti al termine o nel corso di una gara: essere , trovarsi in pareggio ; chiudere il primo tempo in pareggio.  

leggi

Sitemap