parentesi

s.f.

1.  espressione sintatticamente autonoma che si interpone in un testo o in un discorso per meglio chiarire o precisare un'idea o per fare un rinvio, una limitazione, una riserva ecc.; inciso: fare , aprire , chiudere una parentesi

2.  ciascuno dei due segni che racchiudono una parentesi; anche, ciascuno dei segni che vengono usati in espressioni matematiche per rappresentare un ordine di esecuzione in operazioni successive: parentesi tonde , quadre , graffe | fra parentesi , (fig.) incidentalmente

3.  (fig.) intervallo di tempo in cui s'interrompe il normale svolgersi di una attività, di un ciclo di fatti ecc.: la parentesi delle vacanze.

parentesizzazione

s.f. (ling.) rappresentazione della struttura dei costituenti di una frase mediante un sistema di parentesi incassate le une nelle altre. 

leggi

atetesi

s.f. (filol.) nell'edizione critica di un testo, la soppressione di un passo giudicato non autentico (che viene isolato, di norma, tra parentesi quadre). 

leggi

Sitemap