pargolo

ant. parvolo, s.m. (lett.) bambino, fanciullo, infante: ecco ci è nato un pargolo, / ci fu largito un figlio (manzoni il natale); qua mostrando / verran le madri ai parvoli le belle / orme del vostro sangue (leopardi all'italia 125-127). dim. pargoletto , pargolino agg. (lett.) piccolo, in tenera età: ha un figlio ancora pargolo.

pargoletto

s.m. [f. -a] (lett.) dim. di pargolo agg. (lett.) di, da bambino: l'albero a cui tendevi / la pargoletta mano (carducci). 

leggi

pargoleggiare

v. intr. [io pargoléggio ecc. ; aus. avere] (lett.) comportarsi, agire come un bambino: a guisa di fanciulla / che piangendo e ridendo pargoleggia (dante purg. xvi, 86-87). 

leggi

pargolezza

s.f. (ant.) (1) l'essere pargolo; fanciullezza (2) piccolezza. 

leggi

Sitemap