parlamento

s.m.

1.  nello stato moderno, l'assemblea dei rappresentanti eletti dal popolo, costituita da una sola camera o articolata in due camere, che esercita la funzione legislativa, nonché quella d'indirizzo politico e di controllo sull'attività del governo; nell'uso com., anche la sola camera dei deputati (in opposizione a senato) : i due rami del parlamento ; convocare , sciogliere il parlamento ; entrare a far parte del parlamento ; chiedere , ottenere la fiducia del parlamento , da parte del governo, per l'entrata o la permanenza in carica

2.  (estens.) l'edificio in cui tale assemblea si riunisce

3.  (st.) assemblea, adunanza pubblica: ne la breve piazza / i milanesi tenner parlamento (carducci)

4.  (ant.) il parlare; discorso, colloquio, conversazione: in giuochi onesti e parlamenti lieti, / dopo mangiar, spesero il caldo giorno (ariosto o. f. xxvi, 54).

delega

s.f. il delegare | in diritto civile, procura, mandato | in funzione di agg. invar. solo nella loc. legge delega , legge emanata dal governo quando il parlamento gliene attribuisce la facoltà. 

leggi

parlamentare

ant. parlamentario, agg.  (1) del parlamento, che si riferisce al parlamento: commissione , dibattito , inchiesta , immunità parlamentare | regime parlamentare , regime politico in cui il governo è legittimato nelle sue funzioni dalla fiducia che gli accorda il parlamento (2) (scherz) si dice di ciò che è detto o fatto nel rispetto della forma e delle convenienze; diplomatico, cortese: un comportamento non troppo parlamentare s.m. e f.  (3) membro del parlamento, deputato o...

leggi

parlabile

agg. che si può parlare, che si riesce a parlare: lingua , dialetto parlabile.  

leggi

parlagio

o parlascio, s.m. nel medioevo, area urbana, luogo nel quale si tenevano assemblee civiche, commerciali, militari. 

leggi

parlamentare

v. intr. [io parlaménto ecc. ; aus. avere] (1) trattare a voce con capi o rappresentanti dell'esercito nemico per concludere una tregua, un armistizio o un altro accordo militare | trattare con un avversario, con chi manifesta ostilità (2) (estens.) discutere con qualcuno per venire a un accordo, a un accomodamento. 

leggi

parlamentarismo

s.m. sistema politico nel quale si conferisce al parlamento, oltre alla funzione legislativa, anche quella di ampio controllo del governo e della vita politica | (spreg.) per gli avversari di tale sistema, regime inefficiente, degenerazione del sistema parlamentare. 

leggi

parlamentarista

s.m. e f. [pl. m. -sti] fautore, sostenitore del parlamentarismo | usato anche come agg. in luogo di parlamentaristico : dottrina parlamentarista.  

leggi

parlamentaristico

agg. [pl. m. -ci] del parlamentarismo, ispirato al parlamentarismo: sistema parlamentaristico.  

leggi

parlamentatore

agg. e s.m. [f. -trice] (non com.) che, chi parlamenta. 

leggi

parlamentino

s.m. in un'organizzazione politica, sindacale, scolastica ecc., piccola assemblea direttiva eletta in rappresentanza di una base più vasta (talora con sfumatura spreg.). 

leggi

Sitemap