parodia

s.f.

1.  composizione letteraria o musicale che contraffà con intento comico o satirico un'opera conosciuta: mettere in parodia un poema

2.  (estens.) imitazione caricaturale: fare la parodia del vicino di casa

3.  (fig.) persona o cosa che si dimostra inadeguata allo scopo, così da apparire una ridicola contraffazione: una parodia di medico ; una parodia di processo

4.  (mus.) adattamento di un testo letterario a una composizione strumentale | sostituzione di un testo con un altro in una composizione vocale.

parodiare

v. tr. [io paròdio ecc.] fare la parodia, mettere in parodia: parodiare un cantante ; parodiare un personaggio famoso.  

leggi

rintonico

agg. [pl. m. -ci] proprio del poeta greco rintone (secc. iv-iii a. c.) o relativo alla sua opera | favola , commedia rintonica , nome dato dai grammatici latini a un genere teatrale di parodia mitologica. 

leggi

parodico

agg. [pl. m. -ci] (non com.) parodistico § parodicamente avv.  

leggi

parodista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi compone parodie; chi si esibisce in imitazioni caricaturali. 

leggi

parodistico

agg. [pl. m. -ci] di parodia: tono , intento parodistico § parodisticamente avv.  

leggi

parodo

s.m. o f. [pl. i pàrodi] (1) nell'antico teatro greco, ciascuno dei passaggi laterali che immettevano nell'orchestra (2) nella tragedia greca antica, la prima entrata del coro in scena; anche, quella parte del dramma che il coro recitava dopo l'ingresso nell'orchestra. 

leggi

parodonto

s.m. (anat.) periodonto. 

leggi

parodontologia

s.f. (med.) studio delle malattie del parodonto o periodonto. 

leggi

parodontopatia

s.f. (med.) termine che indica qualsiasi malattia del periodonto o parodonto. 

leggi

Sitemap