partito

(1)

part. pass. di partire  e agg. nei sign. del verbo.

1.  (lett.) diviso

2.  (bot.) si dice di foglia lobata le cui incisioni raggiungono quasi la nervatura mediana

3.  (fig.  , lett.) discorde, diviso in fazioni: ma dimmi, se tu sai, a che verranno / li cittadin de la città partita  (dante inf.  vi, 60-61)  s.m.  (arald.) scudo diviso in due parti uguali da una linea verticale passante per il centro § partitamente avv.  parte per parte, distintamente: trattare partitamente diversi argomenti.

partito (2)

s.m.

1.  associazione di cittadini mirante allo svolgimento di una comune attività politica : partito comunista , democristiano , repubblicano , socialista ; partito di centro , di destra , di sinistra ; partito di governo , di opposizione ; partito di maggioranza , di minoranza ; i partiti di massa ; il leader , il giornale , il programma di un partito ; lotte , interessi di partito ; iscriversi a un partito | in passato, setta, fazione: il partito di silla ; partito dei guelfi , dei ghibellini. dim. partitino , partituccio accr. partitone pegg. partitaccio

2.  soluzione che si può adottare, decisione, alternativa: il partito più ragionevole ; non sapere quale partito prendere | trarre partito da qualcosa , trarne giovamento ' per partito preso , in modo preconcetto ' mettere la testa a partito , mettere giudizio

3.  stato, condizione: essere ridotto a mal partito , in cattive condizioni ' avere buono , cattivo partito , (ant.) trovarsi in una situazione buona, cattiva

4.  uomo o donna che si presenti come occasione di matrimonio (soprattutto in rapporto alla situazione economica): un ottimo , un cattivo partito

5.  (arch.) elemento strutturalmente definito, spec. decorativo, che si ripete in un ambiente architettonico

6.  (ant.) deliberazione, votazione di un'assemblea, spec. nelle loc. andare a partito , mandare a partito.

partitocratico

agg. [pl. m. -ci] di partitocrazia; relativo a partitocrazia: regime partitocratico § partitocraticamente avv.  

leggi

partitocrazia

s.f. accentramento del potere politico reale negli organi dirigenti dei partiti a scapito del parlamento e del governo. 

leggi

partitona

(1) s.f. , o partitone s.m. accr. di partita (2) | (sport) partita di alto livello tecnico e agonistico. 

leggi

partitore

s.m.  (1) in idraulica, manufatto che, costruito su un canale, ripartisce costantemente la portata defluente nel modo voluto (2) (fis.) apparecchio atto a ripartire, secondo definite proporzioni, una certa grandezza: partitore di tensione.  

leggi

apartitico

agg. [pl. m. -ci] che non ha legami con alcun partito politico: movimento apartitico § apartiticamente avv.  

leggi

apostasia

s.f.  (1) ripudio pubblico e solenne della propria religione (2) (estens.) ripudio delle proprie opinioni, abbandono del proprio partito e sim. 

leggi

antipartito

agg. invar. si dice di gruppo organizzato o di attività che, all'interno di un partito politico, persegue finalità opposte a quelle volute dalla maggioranza. 

leggi

aristocratico

agg. [pl. m. -ci] (1) che appartiene all'aristocrazia: una famiglia aristocratica  (2) (estens.) raffinato, signorile: modi aristocratici  (3) che è retto dall'aristocrazia o ne è fautore: governo , partito aristocratico s.m. [f. -a] (4) chi appartiene per nascita all'aristocrazia (5) esponente, fautore di un partito aristocratico § aristocraticamente avv.  

leggi

-ano

suffisso di aggettivi, spesso anche sostantivati, derivati dal latino o formati direttamente in italiano, che indicano appartenenza a nazione, città, gruppo, partito oppure mestiere, classe, categoria e sim. (italiano , anglicano , ortolano) [vedi -ese]. 

leggi

partire

v. intr. [aus. essere] (1) allontanarsi da un luogo per recarsi in un altro, spec. per un periodo piuttosto lungo e percorrendo distanze notevoli; iniziare il viaggio, il movimento: partire da milano ; partire per londra ; partire in missione , per affari ; partire in , con la nave ; la posta , il treno partirà alle cinque ; l'autobus parte ogni mezz'ora | l'automobile non parte , il motore non si avvia ' partire in quarta , di chi parte a grande velocità con un veicolo; (fig.) di chi...

leggi

part time

loc. sost. m. invar.  (1) rapporto di lavoro con orario ridotto rispetto a quanto previsto come normale dal contratto collettivo: chiedere il part time ; un accordo sul part time | lavorare (a) part time , con tale rapporto di lavoro (2) il lavoratore che ha tale rapporto di lavoro: assumere un part time | usato anche come loc. agg. invar. : una segretaria part time ; contratto part time.  

leggi

partaccia

s.f. [pl. -ce] pegg. di parte | fare una partaccia a qualcuno , trattarlo con durezza, sgridarlo aspramente. 

leggi

parte

s.f.  (1) ciascuno degli elementi che, uniti insieme, formano un tutto; si dice sia di componenti materialmente staccati, sia di elementi considerati distintamente rispetto all'insieme che di essi si compone: fare , essere parte di qualcosa ; dividere , suddividere , ripartire qualcosa in parti ; avere la propria parte ; le parti del corpo ; l'armonia delle parti nell'edificio ; il secondo è la sessantesima parte del minuto | fare le parti , dividere qualcosa tra diverse persone secondo un...

leggi

partecipabile

agg. (non com.) che si può partecipare, condividere: gioia partecipabile.  

leggi

partecipante

ant. participante, part. pres. di partecipare agg. e s.m. e f. che, chi partecipa: i partecipanti alla gara | camerieri segreti partecipanti , titolo di dignitari della corte pontificia, così detti perché avevano il diritto di partecipare alla mensa papale. 

leggi

partecipanza

ant. participanza, s.f.  (1) (ant.) partecipazione (2) (dir.) godimento di beni di proprietà collettiva da parte del singolo allo stesso titolo di altri aventi diritto. 

leggi

partecipare

ant. participare, v. intr. [io partécipo ecc. ; aus. avere] (1) prendere parte: partecipare a un gioco , a un congresso , a una manifestazione ; partecipare al dolore , alla gioia di qualcuno , soffrire, gioire insieme a lui (2) essere, diventare partecipe (con il compl. introdotto dalla prep. di): partecipare dei difetti di tutti | v. tr.  (3) (lett.) spartire, condividere: partecipare una gioia , un'eredità  (4) rendere noto, annunziare, comunicare: maria e giovanni...

leggi

partecipativo

agg. relativo a partecipazione; che consente di partecipare: democrazia partecipativa , cui contribuiscono tutti i cittadini con la loro partecipazione diretta § partecipativamente avv. in modo da promuovere la partecipazione. 

leggi

partecipazione

ant. participazione, s.f.  (1) il partecipare, il prendere parte: la tua partecipazione è essenziale ; un film con la partecipazione di famosi attori | partecipazione straordinaria , in un film o spettacolo teatrale, presenza di un artista famoso che vi partecipa in un ruolo secondario (2) il rendere noto, il comunicare ad altri | biglietto con cui si comunica un matrimonio, una nascita, un lutto e sim.: spedire le partecipazioni di nozze  (3) (fin.) quota del capitale sociale...

leggi

partecipazionismo

s.m. tendenza a estendere al massimo la partecipazione dei cittadini alla vita politica e sociale. 

leggi

Sitemap