passaggio

s.m.

1.  il passare attraverso un luogo, o da un luogo a un altro: assistere al passaggio dei ciclisti ; il passaggio della corrente nel filo ; il passaggio da una sponda all'altra di un fiume | luogo di passaggio , dove si passa con una certa frequenza | essere di passaggio , fermarsi in un luogo per poco tempo | passaggio televisivo , radiofonico , comparsa o presenza in un programma, a scopo promozionale | accennare a qualcosa di passaggio , (fig.) incidentalmente e brevemente

2.  (fig.) il variare stato, condizione; il trasferire qualcosa ad altri; mutamento, trasferimento: passaggio di un corpo dallo stato solido allo stato liquido ; passaggio delle consegne ; passaggio di proprietà

3.  l'insieme delle persone o delle cose che passano per un determinato luogo: c'è molto passaggio

4.  luogo per cui si passa: uno stretto passaggio attraverso una siepe ; un passaggio agevole , libero , sbarrato ; aprire , chiudere un passaggio | passaggio pedonale , spazio opportunamente segnalato nei cui limiti i pedoni devono tenersi nell'attraversare una strada trafficata ' passaggio obbligato , attraverso il quale bisogna necessariamente transitare; (fig.) impegno, situazione che non si può evitare | passaggio a livello , punto nel quale una strada s'incrocia con una ferrovia sullo stesso piano ' passaggio chiave , in alpinismo, tratto di una via di scalata particolarmente difficile e da cui dipende la riuscita dell'ascensione

5.  viaggio compiuto su una nave e il prezzo pagato dal passeggero per tale viaggio; per estens., breve tragitto compiuto gratis su un veicolo altrui: chiedere , ottenere , offrire , rifiutare un passaggio

6.  (mus.) modulazione, ossia il passare da una tonalità all'altra | nella pratica vocale del sec. xvi, abbellimento improvvisato, consistente essenzialmente in scale e trilli; nella tecnica del canto del sec. xviii, esercizio di agilità virtuosistica | nella forma sonata, transizione che collega il primo al secondo tema; ponte | brano musicale individuato da particolari caratteristiche tecniche | note di passaggio , in armonia, quelle che collegano per gradi congiunti, diatonici o cromatici, ascendenti o discendenti, due note reali; nella tecnica vocale, quelle di transizione da un registro a un altro

7.  passo, brano di un'opera letteraria: i passaggi lirici di un poema epico

8.  (astr.) istante in cui un astro attraversa il meridiano di un luogo

9.  (sport) nei giochi di squadra, il passare la palla ad altro giocatore: passaggio all'indietro , in profondità ; passaggio di testa | nella ginnastica, il movimento con cui si passa sopra o sotto l'attrezzo

10.  (ant.) crociata: a riacquistare la terra santa si fece per li cristiani un general passaggio (boccaccio dec. x, 9).

abbarrare

v. tr. (ant.) ostacolare il passaggio con sbarramenti; sbarrare. 

leggi

andito

s.m. ambiente di passaggio o disimpegno; corridoio, vestibolo | (estens.) luogo riposto: frugare in ogni andito.  

leggi

allegagione

s.f. (bot.) il passaggio del fiore a frutto; il periodo in cui avviene questa trasformazione. 

leggi

adito

s.m. (lett.) entrata, passaggio, accesso: avere adito in , a un luogo , avere il permesso di accedervi | dare adito a , (fig.) consentire l'accesso, il passaggio a qualcosa; anche, provocare, destare: un titolo di studio che dà adito all'istruzione superiore ; un comportamento che dà adito a sospetti , a critiche.  

leggi

acquifero

agg. (scient.) che porta acqua; che consente il passaggio dell'acqua: falda acquifera | via acquifera , (bot.) l'insieme dei vasi attraverso i quali l'acqua, assorbita dal terreno, viene distribuita in una pianta. 

leggi

passaggiere

o passaggere , s.m. (ant.) (1) gabelliere (2) passeggero. 

leggi

Sitemap