radiotelescopio

s.m. strumento usato in radioastronomia, costituito essenzialmente da un radioricevitore collegato con un'antenna direttiva di grande potenza che capta le onde radio provenienti dallo spazio stellare.

radiospettrografo

s.m. in radioastronomia, particolare tipo di radiotelescopio che consente di registrare l'intensità energetica, cioè il radioflusso, di una radiosorgente in funzione della frequenza. 

leggi

Sitemap