raffigurazione

s.f. il raffigurare, l'essere raffigurato | la cosa stessa raffigurata.

antropomorfico

agg. [pl. m. -ci] tipico dell'antropomorfismo: raffigurazione antropomorfica di una divinità § antropomorficamente avv.  

leggi

animalistico

agg. [pl. m. -ci] in arte, si dice di raffigurazione che ha per soggetto animali. 

leggi

genietto

s.m.  (1) piccolo genio; ragazzo di ingegno precoce, promettente (anche iron. o scherz.) (2) raffigurazione pittorica di un fanciullo; amorino, puttino. 

leggi

prefigurazione

s.f. il prefigurare; la cosa prefigurata; indica spec. quei fatti dell'antico testamento che costituiscono una raffigurazione simbolica e un preannuncio di fatti del nuovo. 

leggi

cartiglio

s.m.  (1) raffigurazione di un rotolo di carta, in parte spiegato e recante iscrizioni; si usa come elemento decorativo in pittura o scultura (2) (non com.) striscia di carta. 

leggi

raffigurabile

agg. che si può raffigurare. 

leggi

raffiguramento

s.m. (non com.) raffigurazione. 

leggi

raffigurare

v. tr.  (1) (non com.) riconoscere dalla figura, dall'aspetto: alla fisionomia, gli parve di raffigurar quel povero mezzo scemo di gervaso (manzoni p. s. xxxiii) (2) rappresentare per immagini, in forme figurative: un quadro che raffigura la caduta di troia | rappresentare nella mente; immaginare, figurare: si era raffigurato una realtà ben diversa  (3) simboleggiare: il leone di san marco raffigura venezia.  

leggi

Sitemap