raggiungere

ant. raggiugnere , v. tr. [coniugato come giungere]

1.  arrivare ad allinearsi, a riunirsi con qualcuno che ci preceda: correva forte ma lo raggiunsi ugualmente | (estens.) arrivare a toccare, a cogliere, a colpire: la pallottola lo raggiunse al petto

2.  (estens.) arrivare in un luogo: raggiungere la vetta

3.  (fig.) ottenere, conseguire, conquistare: raggiungere la meta , lo scopo ; raggiungere una buona posizione sociale

4.  (ant.) ricongiungere.

asintoto

s.m. (mat.) retta a cui una curva si avvicina indefinitamente senza mai raggiungere il contatto; tangente all'infinito. 

leggi

astuzia

s.f.  (1) abilità nel raggiungere uno scopo (buono o anche non buono) (2) idea, azione astuta: astuzie sottili.  

leggi

arrivista

s.m. e f. [pl. m. -sti] chi vuol raggiungere il successo o il potere a tutti i costi. 

leggi

arrivismo

s.m. l'atteggiamento spregiudicato di chi vuole raggiungere il successo o il potere a tutti i costi. 

leggi

agognare

v. tr. e intr. [io agógno ecc. ; aus. dell'intr. avere] (lett.) desiderare ardentemente; bramare: raggiungere la meta agognata.  

leggi

acme

s.f.  (1) punto culminante: essere all'acme ; raggiungere l'acme della fama  (2) (med.) stadio più acuto di una malattia: acme febbrile.  

leggi

raggiungibile

agg. che si può raggiungere (anche fig.): una meta facilmente raggiungibile.  

leggi

raggiungimento

s.m. il raggiungere, l'essere raggiunto (spec. fig.): il raggiungimento dei propri ideali.  

leggi

Sitemap