ragionare

(1)

v. intr. [io ragióno ecc. ; aus. avere]

1.  usare la ragione, riflettere; argomentare in base alla logica, pensando o parlando: ragionare è proprio dell'uomo ; ragionare per induzione , per deduzione , per assurdo ; chi è adirato non ragiona ; non c'è modo di farlo ragionare

2.  trattare, discutere di un argomento; parlare, conversare: ragionare di politica , di letteratura ; ragionare del più e del meno , di argomenti vari | v. tr. (ant.)

3.  trattare, discutere, analizzare: molte e varie cose cominciarono a ragionare (boccaccio dec. introduzione) | esporre, dire

4.  (ant.) calcolare | considerare

5.  (lett.) sostenere con ragionamenti, con prove: ragionare una tesi con dotte argomentazioni.

ragionare (2)

s.m. (ant.) ragionamento, discorso.

paralogizzare

v. intr. [aus. avere] argomentare usando paralogismi; ragionare in modo errato dal punto di vista logico. 

leggi

ragionacchiare

v. intr. [io ragionàcchio ecc. ; aus. avere] (non com.) ragionare senza impegno, senza logica, senza concludere nulla. 

leggi

sillogizzare

lett. silogizzare, v. intr. [aus. avere] ragionare per sillogismi | (fig.) ragionare sottilmente, almanaccare | v. tr. esporre in forma di sillogismo: essa è la luce etterna di sigieri, / che, leggendo nel vico de li strami, / silogizzò invidiosi veri (dante par. x, 136-138). 

leggi

scimunito

ant. o region. scemunito, agg. e s.m. [f. -a] che, chi è incapace di ragionare (anche iperb): che scimunito!, ho dimenticato l'ombrello.  

leggi

raziocinare

v. intr. [io raziocìnio ecc. ; aus. avere] (non com.) usare raziocinio; ragionare | v. tr. (tosc.) ponderare, pensare bene: raziocinare una decisione.  

leggi

intrattabile

agg. non trattabile, difficilmente trattabile: argomento intrattabile ; metallo intrattabile | si dice di persona scontrosa, irascibile, con cui non è facile trattare o ragionare § intrattabilmente avv.  

leggi

rimbambire

v. intr. [io rimbambisco , tu rimbambi sci ecc.; aus. essere], rimbambirsi v. rifl. (spreg.) perdere la capacità di ragionare lucidamente; rimbecillire, rincretinire: rimbambire con l'età | v. tr. stordire: rimbambire qualcuno di chiacchiere.  

leggi

ragionamento

s.m. operazione della mente per cui, partendo da alcuni giudizi noti assunti come premesse, se ne scoprono i reciproci legami e si giunge a una conclusione; discorso logicamente condotto; argomentazione, dimostrazione: ragionamento chiaro , oscuro , confuso ; ragionamento induttivo , deduttivo ; fare , seguire un ragionamento.  

leggi

ragionativo

agg.  (1) (ant.) della ragione; razionale: facoltà , disposizione ragionativa  (2) (lett.) fondato sulla ragione, sulla logica: metodo , criterio ragionativo § ragionativamente avv. con procedimento ragionativo. 

leggi

ragionato

part. pass. di ragionare agg. meditato, logico, razionale: un'obiezione ragionata | bibliografia ragionata , accompagnata da giudizi e osservazioni § ragionatamente avv. in base a un ragionamento, a una riflessione; con raziocinio: agire , fare una mossa ragionatamente.  

leggi

ragionatore

s.m. [f. -trice] chi ragiona; chi ha la capacità di fare ragionamenti logici e coerenti: un forte , un abile ragionatore.  

leggi

ragione

s.f. [subisce il troncamento in alcune locuzioni del tipo ragion di stato , ragion d'essere , a ragion veduta] (1) la capacità del pensiero di stabilire rapporti e connessioni logiche tra le idee, che è a fondamento del conoscere e dell'agire (spesso in contrapposizione a sentimento , istinto): l'età della ragione ; lasciarsi guidare dalla ragione ; ascoltare la voce della ragione ; riacquistare l'uso della ragione | perdere il lume della ragione , uscire di senno (2) (filos.)...

leggi

ragioneria

s.f.  (1) disciplina che si occupa della rilevazione dei fenomeni aziendali e della loro traduzione in scritture contabili, allo scopo di fornire alle direzioni delle aziende o ad altri soggetti interessati le informazioni necessarie per esercitare le funzioni di controllo e di decisione (2) ufficio preposto al controllo della contabilità di una società, di un ente e sim. | ragioneria generale dello stato , organo del ministero del tesoro preposto al controllo della gestione delle...

leggi

ragionevole

agg.  (1) che ha l'uso della ragione, dotato di ragione: l'uomo è un animale ragionevole  (2) che si lascia guidare dalla ragione, che agisce con equilibrio e buon senso: una persona ragionevole ; essere , mostrarsi ragionevole  (3) conforme al buon senso, fondato su giuste ragioni: discorso ragionevole ; ipotesi , sospetto ragionevole  (4) conveniente, giusto, non eccessivo e non scarso: prezzo , compenso ragionevole § ragionevolmente avv.  (5) conformemente alla...

leggi

ragionevolezza

s.f. l'essere ragionevole: una persona piena di ragionevolezza ; la ragionevolezza di una richiesta.  

leggi

ragioniere

s.m. [f. -a] (1) chi ha conseguito il diploma presso un istituto tecnico commerciale; chi esercita la ragioneria (2) (ant.) contabile. 

leggi

Sitemap