ragna

s.f.

1.  (ant.) ragno

2.  (lett.) ragnatela

3.  (tosc.) ragnatura

4.  rete sottile per catturare uccelli

5.  (fig.) insidia, tranello: tendere la ragna ; cadere nella ragna

6.  (pop.) bava emessa dal baco da seta all'inizio della formazione del bozzolo.

ragnaia

s.f.  (1) caccia agli uccelli effettuata mediante ragne tese fra gli alberi (2) boschetto in cui si tendono le ragne. 

leggi

ragnare

v. intr. [aus. essere e avere nei sign. (1) e 2, avere nel sign. 3] (2) (tosc.) di tessuto, consumarsi, diventare tanto liso da lasciar trasparire la trama (3) (tosc.) del cielo, essere velato da nuvole rade e leggere come ragnatele (4) (non com.) tendere la ragna per gli uccelli. 

leggi

ragnatela

s.f. , non com. ragnatelo s.m.  (1) tela di ragno: un soffitto pieno di ragnatele  (2) (fig.) tessuto sottile e logoro: quella camicia è ormai una ragnatela  (3) (fig.) intreccio di inganni, raggiri e sim. 

leggi

ragnateloso

agg. (lett.) pieno di ragnatele: un andito ragnateloso.  

leggi

ragnato

part. pass. di ragnare agg. (lett.) esile e rado come una tela di ragno: e questa ragnata tessitura di grame parole l'avrà a leggere «lui»? (pascoli). 

leggi

ragnatura

s.f. (tosc.) (1) zona logora, quasi trasparente, di un tessuto: un grembiulaccio pieno di ragnature  (2) tratto di cielo velato da nuvole rade. 

leggi

ragno

s.m.  (1) nome generico degli artropodi della classe degli aracnidi, diffusi in tutto il mondo, dal corpo generalmente breve e diviso in due parti (capotorace e addome), con otto zampe e particolari apparati all'estremità dell'addome (filiere) che secernono il caratteristico filo (ord. araneidi) | ragno crociato , con un disegno bianco a forma di croce sul dorso ' non cavare un ragno da un buco , (fig.) non concludere nulla. dim. ragnetto , ragnettino , ragnino  (2) (tosc.) spigola |...

leggi

ragnola

lett. ragnuola, s.f. rete sottile e leggera, usata per catturare uccelli piccoli. 

leggi

ragnolo

s.m. (ant. , tosc.) ragno. 

leggi

Sitemap