rallo

s.m. (zool.) porciglione.

ralla

s.f.  (1) supporto metallico che sostiene un perno ad asse verticale (2) untume nero che si raccoglie attorno al mozzo delle ruote. 

leggi

rallargare

o riallargare [ri-al-lar-gà-re], v. tr. [io rallargo , tu rallarghi ecc.] allargare; ampliare (spec. fig): la mente mia, che prima era ristretta, / lo 'ntento rallargò (dante purg. iii, 12-13) | rallargarsi v. rifl. dilatarsi; distanziarsi. 

leggi

rallegramento

s.m. il rallegrarsi; usato spec. al pl. per esprimere il sentimento di gioia o il compiacimento con cui si partecipa alla felicità, al successo altrui: i miei rallegramenti per il brillante esito degli esami ; rallegramenti!.  

leggi

rallegrare

v. tr. [io rallégro ecc] rendere allegro o più allegro; destare in altri un sentimento di gioia, di contentezza: rallegrare la compagnia con qualche barzelletta ; la bella notizia rallegrò tutti | rendere più vivace, più gaio: un fuoco scoppiettante rallegrava la stanza | rallegrarsi v. rifl.  (1) diventare allegro o più allegro; provare gioia, contentezza: vedendolo, si rallegrò  (2) congratularsi, felicitarsi: mi rallegro con te per la promozione.  

leggi

rallegrata

s.f. salto improvviso del cavallo, quasi per esprimere allegria. 

leggi

rallegratore

s.m. [f. -trice] (non com.) chi rallegra. 

leggi

rallentamento

s.m.  (1) il rallentare (anche fig.): rallentamento della corsa ; segnale di rallentamento ; c'è un rallentamento nella produzione  (2) (tecnica di) rallentamento , (cine. tv) la tecnica del rallentare il movimento, che consiste nel proiettare a velocità normale una scena ripresa a velocità superiore oppure nel proiettare a velocità ridotta una scena ripresa a velocità normale. 

leggi

rallentando

s.m. invar. (mus.) didascalia musicale che prescrive una diminuzione di velocità nell'esecuzione di un brano. 

leggi

rallentare

v. tr. [io rallènto ecc.] (1) rendere più lento: rallentare il passo , la corsa | (assol.) diminuire la velocità, andare più lentamente: l'automobile rallentò in curva  (2) (fig.) diminuire di intensità: rallentare lo studio , la vigilanza | rendere meno frequente; diradare: rallentare le visite  (3) (mus.) suonare a ritmo più lento: rallentare la battuta | rallentarsi v. rifl. divenire più lento, meno intenso: il ritmo di lavoro si è rallentato.  

leggi

Sitemap