ramificato

part. pass. di ramificare agg.

1.  munito di rami: un tronco molto ramificato

2.  (estens.) diviso in rami, in elementi secondari che si sviluppano in varie direzioni: il po è molto ramificato presso la foce | idrocarburo ramificato , (chim.) sostanza con catene di atomi di carbonio che si dipartono da una catena principale § ramificatamente avv.

cladoforali

s.f. pl. (bot.) ordine di alghe verdi con tallo filamentoso, semplice o ramificato | sing. [-e] ogni alga di tale ordine. 

leggi

fuco

s.m. [pl. -chi] (1) (bot.) genere di alghe di color verde bruno con tallo laminare ramificato (fam. fucacee) (2) (ant.) belletto per le guance ricavato da alcune alghe. 

leggi

alimo

s.m. arbusto molto ramificato con foglie di colore argenteo e fiori poco vistosi, comune sulle coste del mediterraneo; è detto anche porcellana di mare (fam. chenopodiacee). 

leggi

ramificare

v. intr. [io ramìfico , tu ramìfichi ecc. ; aus. avere] produrre rami: dopo la potatura gli alberi ramificano meglio | v. tr. (chim.) trasformare una sostanza a struttura lineare, spec. un idrocarburo, in un'altra con catene laterali di atomi di carbonio | ramificarsi v. rifl. dividersi in rami; per estens., suddividersi verso varie direzioni, articolarsi in unità minori: i fiumi si ramificano alla foce ; l'atletica leggera si ramifica in numerose specialità.  

leggi

ramificazione

s.f.  (1) il dipartirsi di rami da un fusto o da altri rami (2) (estens.) il ramificarsi di qualsiasi cosa che si stacchi da un corpo principale; diramazione: la ramificazione dei bronchi ; le ramificazioni di una galleria.  

leggi

ramifico

agg. [pl. m. -ci] (lett.) che produce rami. 

leggi

Sitemap