rampollo

s.m.

1.  (non com.) vena d'acqua

2.  (lett.) germoglio di una pianta

3.  (fig.) discendente in linea retta di una famiglia: l'ultimo rampollo di un'antica e nobile famiglia | (scherz.) figlio: questo è il mio rampollo.

barbata

s.f.  (1) (agr.) rampollo d'albero o talea di vite, interrati per poi essere trapiantati quando abbiano messo le barbe (2) l'insieme delle barbe di una pianta. 

leggi

rampollare

v. intr. [io rampóllo ecc. ; aus. essere] (lett.) (1) di acqua, scaturire, zampillare (2) di pianta o ramo o gemma, germogliare, nascere (3) (fig.) di famiglia o di stirpe, avere origine, discendere | (estens.) di idea, pensiero ecc., sorgere, derivare (4) (poet.) rinascere, risorgere continuamente: il nome / che nella mente sempre mi rampolla (dante purg. xxvii, 41-42). 

leggi

rampollamento

s.m. (rar.) il rampollare (anche fig.). 

leggi

Sitemap