rancido

agg.

1.  si dice di sostanza grassa che si è alterata e ha preso un odore e un sapore forte e sgradevole: burro rancido

2.  (fig.) antiquato, sorpassato: dottrine , idee rancide s. m. sapore, odore forte e sgradevole, proprio delle sostanze irrancidite (anche fig.): la pancetta sa di rancido ; modi di pensare che ormai sanno di rancido.

rancidezza

s.f. l'essere rancido (anche fig.). 

leggi

muffo

agg. (ant. , region.) ammuffito (anche fig.): pane muffo ; un discorso rancido e muffo.  

leggi

rancidire

v. intr. [io rancidisco , tu rancidisci ecc. ; aus. essere] diventare rancido. 

leggi

rancidità

s.f. rancidezza. 

leggi

rancidume

s.m.  (1) puzzo di rancido; insieme di cose rancide (2) (fig.) ciò che appare antiquato, sorpassato. 

leggi

Sitemap