rappresentare

v. tr. [io rappre sènto ecc.]

1.  (non com.) far presente, far manifesto; esporre, illustrare: fu incaricato... di rappresentare al governo lo spaventoso pericolo che sovrastava (manzoni p. s. xxviii)

2.  riprodurre la realtà mediante figure, immagini materiali: un dipinto che rappresenta una scena campestre | rappresentarsi qualcosa , (fig.) immaginarla, figurarsela: si rappresentava nella fantasia tutti i particolari della scena | (estens.) riferito a opere letterarie, descrivere: manzoni nei «promessi sposi» rappresenta la milano del seicento

3.  simboleggiare: il virgilio dantesco rappresenta la ragione umana | rappresentare un'idea , un'epoca , una civiltà , esserne un esempio tipico, riassumerne in sé i caratteri peculiari

4.  operare in nome di altri, farne le veci: rappresentare una ditta , una società ; rappresentare il popolo in parlamento ; il sindaco si è fatto rappresentare dall'assessore anziano

5.  recitare pubblicamente; portare sulla scena o sullo schermo: rappresentare una parte , una commedia ; al cinema oggi si rappresenta un film di avventure

6.  costituire, essere: quei pochi soldi rappresentavano tutti i suoi averi ; quella persona non rappresenta nulla per me.

diagrammare

v. tr. riportare in diagramma, rappresentare mediante un diagramma. 

leggi

allegorizzare

v. tr. esprimere, rappresentare per allegoria | interpretare allegoricamente | v. intr. [aus. avere] usare allegorie. 

leggi

deputare

v. tr. [io dèputo ecc.] (1) incaricare, delegare, designare: fu deputato a rappresentare la cittadinanza  (2) (ant. , lett.) destinare, riservare, assegnare. 

leggi

appresentare

v. tr. [io appre sènto ecc.] (ant.) (1) presentare, offrire (2) rappresentare alla mente | appresentarsi v. rifl. (ant.) presentarsi, avvicinarsi. 

leggi

assonometria

s.f. nella geometria descrittiva e nel disegno tecnico, sistema grafico per rappresentare oggetti tridimensionali in modo che in una sola figura siano riunite le tre proiezioni ortogonali. 

leggi

alfanumerico

agg. [pl. m. -ci] (inform.) si dice di codice o messaggio in grado di rappresentare sia lettere sia numeri o costituito da lettere e numeri contemporaneamente. 

leggi

configurare

v. tr. (non com.) rappresentare secondo una certa forma | configurarsi v. rifl. assumere una data forma | (estens.) assumere un aspetto, apparire: il caso si configura interessante.  

leggi

rappresentabile

agg. che si può rappresentare: un dramma difficilmente rappresentabile.  

leggi

rappresentante

part. pres. di rappresentare s. m. e f.  (1) chi rappresenta un'altra persona o un ente: rappresentante diplomatico , sindacale  (2) chi simboleggia un'epoca, un'idea e sim.; persona, figura in cui si possono riconoscere i caratteri salienti di un movimento, di una corrente: heine è un tipico rappresentante del romanticismo tedesco  (3) (dir.) chi agisce in nome e nell'interesse di altro soggetto: rappresentante processuale  (4) rappresentante (di commercio)...

leggi

rappresentanza

s.f.  (1) il rappresentare, operando in nome di altri; il curare affari altrui, soprattutto sostituendosi all'interessato nel compimento di attività di rilievo giuridico: rappresentanza legale ; rappresentanza volontaria ; rappresentanza processuale | rappresentanza politica , sistema per cui il popolo elegge suoi rappresentanti e delega loro l'esercizio della propria sovranità ' sposarsi per rappresentanza , mediante l'intervento di rappresentanti degli sposi ' spese di rappresentanza ,...

leggi

rappresentativa

s.f.  (1) (sport) squadra rappresentativa: la rappresentativa italiana di atletica leggera  (2) gruppo di persone che rappresentano enti, partiti e sim.: rappresentativa parlamentare.  

leggi

rappresentatività

s.f. l'essere rappresentativo. 

leggi

rappresentativo

agg.  (1) che rappresenta, che è atto a rappresentare: gesto rappresentativo | squadra rappresentativa , l'insieme degli atleti scelti a rappresentare una città, una nazione e sim. in una competizione sportiva ' campione rappresentativo , (stat.) che riflette le caratteristiche della popolazione da cui è stato tratto (2) che simboleggia un'idea, un'epoca e sim., che ne riassume in sé i caratteri principali: uno scrittore , un artista rappresentativo  (3) basato...

leggi

rappresentatore

s.m. [f. -trice] (non com.) chi rappresenta, spec. in teatro: un ottimo rappresentatore di personaggi goldoniani.  

leggi

rappresentazione

s.f.  (1) il rappresentare; la cosa rappresentata: la rappresentazione di una figura , di un paesaggio ; rappresentazione simbolica  (2) (filos.) l'atto con il quale la coscienza riproduce in sé un oggetto esterno o uno stato d'animo; nella tradizione filosofica, è stata spesso intesa come forma di conoscenza intermedia tra la pura sensazione e il concetto | il contenuto stesso della rappresentazione: rappresentazioni confuse , distinte  (3) (psicol.) il ripresentarsi alla mente di...

leggi

Sitemap