rassodare

v. tr. [io rassòdo ecc.]

1.  rendere sodo o più sodo: rassodare la pelle

2.  (non com.) far diventare sodo di nuovo

3.  (fig.) consolidare, rafforzare: rassodare un legame | v. intr. [aus. essere], rassodarsi v. rifl.

4.  diventare sodo o più sodo: con la ginnastica i muscoli si rassodano

5.  (fig.) consolidarsi, diventare più sicuro, più stabile: la loro amicizia si è rassodata.

rassodante

part. pres. di rassodare agg. che rassoda, spec. i muscoli o i tessuti cutanei: crema rassodante.  

leggi

sodare

v. tr. [io sòdo ecc.] (1) rassodare | nella lavorazione del feltro, dare maggior consistenza alla falda uscita dall'imbastitrice, prima della follatura (2) miscelare con idrossido di sodio (3) (ant.) dare assicurazione, garanzia; promettere solennemente. 

leggi

pestone

s.m.  (1) grosso pestello di forma troncoconica che si usa soprattutto per battere e rassodare il terreno (p. e. nella costruzione di argini) (2) (fam.) pestata molto forte, data su un piede. 

leggi

masticatorio

agg. che concerne la masticazione; che serve alla masticazione: apparato masticatorio s.m. sostanza che si mastica per stimolare la salivazione, rassodare le gengive, profumare l'alito. 

leggi

rassodamento

s.m. il rassodare, il rassodarsi, l'essere rassodato. 

leggi

rassodatore

agg. e s.m. [f. -trice] (non com.) che, chi rassoda. 

leggi

Sitemap