rastro

s.m.

1.  (lett.) rastrello: or si vede il villan domar col rastro / le dure zolle (poliziano)

2.  (agr.) coltivatore multiplo che effettua un lavoro complementare a quello dell'aratro mediante lunghi denti arcuati

3.  (mus.) strumento per tracciare il pentagramma musicale.

rastrellamento

s.m. il rastrellare, l'essere rastrellato (spec. fig.): fu arrestato in un rastrellamento della polizia.  

leggi

rastrellare

v. tr. [io rastrèllo ecc.] (1) raccogliere col rastrello; ripulire col rastrello: rastrellare il fieno ; rastrellare il giardino  (2) (fig.) sottoporre una zona a controlli militari o di polizia allo scopo di catturare forze nemiche, individui pericolosi, o di ricuperare refurtiva, armi e sim.: rastrellare un territorio , un quartiere | catturare: rastrellare i disertori  (3) (mar.) percorrere il fondo del mare con rampini e ganci allo scopo di ricercare e ricuperare oggetti...

leggi

rastrellata

s.f.  (1) il rastrellare, spec. in fretta, alla meglio | la quantità d'erba o di fieno raccolta col rastrello (2) colpo dato con un rastrello. 

leggi

rastrellatrice

s.f. macchina per raccogliere il fieno essiccato. 

leggi

rastrellatura

s.f. il rastrellare, l'essere rastrellato. 

leggi

rastrelliera

s.f.  (1) intelaiatura a pioli, fissata al muro delle stalle sopra la mangiatoia, in modo da consentire alle bestie di strappare a piccole boccate il fieno che vi è stato messo (2) (estens.) ogni intelaiatura analoga, adatta a sostenere oggetti vari; in partic., quella usata in cucina per riporvi a sgocciolare le stoviglie lavate e quella in cui si dispongono in fila fucili, stecche per biliardo, biciclette ecc. 

leggi

rastrello

ant. o pop. rastello, s.m.  (1) arnese costituito da un lungo manico che reca all'estremità un'asta trasversale munita di denti (rebbi); serve per raccogliere erba, fieno, paglia e per ripulire il terreno da sassi, ghiaia e sim. | macchina agricola usata per raccogliere il fieno. dim. rastrelletto , rastrellino  (2) (estens.) qualsiasi attrezzo simile per forma o funzione al rastrello agricolo; in partic., l'attrezzo con cui nelle case da gioco il croupier raccoglie dal tavolo le...

leggi

rastremare

v. tr. [io rastrèmo ecc.] assottigliare o restringere gradualmente, dal basso verso l'alto (riferito a un elemento architettonico): rastremare un pilastro , una finestra | (fig. lett.) affinare, rendere più sobrio ed essenziale: montale, nelle ultime poesie, ha sempre più rastremato il suo stile | rastremarsi v. rifl. farsi più sottile dal basso verso l'alto (detto di colonne, pilastri e sim.). 

leggi

rastremato

part. pass. di rastremare agg. si dice di elemento architettonico, per lo più colonna o pilastro, che si assottigli verso l'alto | (fig. lett.) affinato, reso sobrio, essenziale: la poesia rastremata di sbarbaro.  

leggi

rastremazione

s.f. il rastremare, il rastremarsi, l'essere rastremato: rastremazione di una colonna , la progressiva diminuzione del suo diametro a partire dalla base. 

leggi

Sitemap