reintegrare

lett. rintegrare [rin-te-grà-re], rar. redintegrare [re-din-te-grà-re], v. tr. [coniugato come integrare]

1.  riportare qualcosa a una condizione di interezza: il riposo aiuta a reintegrare le forze

2.  riportare qualcuno nella pienezza dei suoi diritti: fu reintegrato nella sua carica | reintegrare qualcuno , risarcirlo dei danni subiti | reintegrarsi v. rifl. o intr. pron.

3.  reinserirsi: reintegrarsi nella società , nell'ambiente di lavoro

4.  (ant.) ritornare intero: s'in cento pezzi ben l'avesse fatto / redintegrarsi il vedea astolfo a un tratto (ariosto o. f. xv, 82)

5.  (ant.) riconciliarsi: reintegrarsi con qualcuno.

rintegrare

e deriv. vedi reintegrare e deriv.  

leggi

reintegrabile

agg. che può essere reintegrato. 

leggi

reintegrabilità

s.f. l'essere reintegrabile. 

leggi

reintegramento

s.m. (non com.) reintegrazione. 

leggi

reintegrativo

agg. atto a reintegrare. 

leggi

reintegratore

agg. e s.m. [f. -trice] che, chi reintegra. 

leggi

reintegrazione

lett. rintegrazione [rin-te-gra-zió-ne], s.f. il reintegrare, il reintegrarsi, l'essere reintegrato; in partic., il ricollocare qualcuno in una posizione già precedentemente occupata, facendo cessare gli effetti dannosi di avvenimenti sopraggiunti che ne avevano determinato l'allontanamento: reintegrazione in un impiego , in una carica ; reintegrazione nel grado | azione di reintegrazione nel possesso , (dir.) azione diretta a riacquistare il possesso di qualcosa di cui si è stati privati in...

leggi

reintegro

s.m. , o reintegra s.f. , (burocr.) reintegrazione: reintegro di un bene.  

leggi

Sitemap