ricusare

lett. recusare, v. tr. non accettare, rifiutare; non acconsentire a far qualcosa: ricusare un regalo ; ricusare di partire | ricusare un giudice , (dir.) effettuarne la ricusazione | v. intr. [aus. avere] (mar.) detto di vento, scarseggiare, non consentire la manovra della vela | detto di nave, non riuscire a virare perché il vento è dalla parte contraria | ricusarsi v. rifl. rifiutarsi, non acconsentire: si ricusò di presentarsi.

recusare

e deriv. vedi ricusare e deriv.  

leggi

ricusante

part. pres. di ricusare e agg. nei sign. del verbo s.m. e f. (dir.) nel processo penale, parte che richiede l'esclusione di un giudice dal processo stesso. 

leggi

ricusa

antiq. recusa, s.f. (lett.) rifiuto, ripulsa: un'ostinata ricusa.  

leggi

ricusabile

lett. recusabile, agg. che si può ricusare. 

leggi

ricusazione

lett. recusazione, s.f.  (1) (lett.) ricusa, rifiuto (2) (dir.) nel processo penale, l'atto con cui una parte richiede la sostituzione di un giudice, quando ritiene che sussistano una o più circostanze, previste dalla legge, per cui questi non può svolgere le sue funzioni. 

leggi

Sitemap